Gli olimpionici Razzoli e Innerhofer alla Festa della Montagna di Faenza

Campioni dello sci, come Giuliano Razzoli e Christof Innerhofer,  ma non solo: la montagna sarà protagonista anche con documentari e con i tanti altri sport che “abitano” su alte vette. Entra nel vivo la Festa della Montagna Uoei nell’edizione dei 50 anni che prosegue – dopo l’incontro da tutto esaurito con Reinhold Messner al Masini – alla sala “Zanelli” di Faenza, nel Centro Fieristico di viale Risorgimento, 3. Tre le serate, dal 26 al 28 ottobre 2016, tutte a ingresso libero, a partire dalle ore 20.45. Oltre ai campioni, nella giornata di venerdì 28 sarà presente anche Flavio Roda, il presidente Fisi (Federazione italiana sport invernali) che da qualche mese ha portato a termine il ritorno dei Mondiali di sci alpino in Italia, a Cortina nel 2021.

Mercoledì 26 il documentario di Piero Badaloni

Si parte con montagna e reportage. Mercoledì 26 il giornalista Piero Badaloni, assieme alla collega Fausta Slanzi, presenterà un documentario tratto da “Dolomiti – montagne, uomini, storie”, Patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Si tratta di un “viaggio” in sei puntate, realizzato con la collaborazione per la fotografia e montaggio di Nicola Berti, che permette di conoscere la straordinarietà paesaggistica dei “Monti Pallidi” – le Dolomiti – e la loro eccezionale importanza per la storia della Terra, le storie di donne e uomini che, ne hanno connotato il paesaggio, l’economia e la cultura. Nel corso della serata sarà presente il famoso disegnatore trentino Fabio Vettori che realizzerà una opera inedita dopo aver condotto per l’intera giornata laboratori formativi con i bambini delle scuole.

Giuliano Razzoli e Davide Guiducci giovedì 27

Seconda serata all’insegna dei campioni dello sport. Giovedì 27 alla sala Zanelli due sportivi di eccezione: il campione di sci Giuliano Razzoli, medaglia d’oro nello slalom speciale alle Olimpiadi di Vancouver 2010 in Canada, che presenterà in anteprima la sua biografia “Vai Razzo Veloce e Feroce” (Infinito Edizioni) e Davide Guiducci, più volte campione mondiale ed europeo di deltaplano a squadre. Entrambi sono di Villa Minozzo dal parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano area riserva Mab (Man and the Biosphere) Unesco, che sarà rappresentato dal presidente Fausto Giovannelli e dal direttore Giuseppe Vignali.

Venerdì 28 Cristof Innerhofer e Flavio Roda (Fisi)

Venerdì 28 chiusura con il presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, Flavio Roda e il campione altoatesino Christof Innerhofer, tre medaglie (oro in supergigante, bronzo in discesa libera e argento in supercombinata) ai mondiali 2011 a Garmisch in Germania, argento in discesa libera e bronzo in supercombinata alle Olimpiadi di Soči in Russia 2014. Ospiti anche le terme slovene di Olimia per celebrare i 50 anni della Festa della Montagna condividendo questa ricorrenza.

Festa della Montagna: fino al 30 ottobre la mostra alla Molinella

La Festa della Montagna si chiuderà domenica 30 ottobre quando terminerà alla “Galleria Comunale d’arte” nel Voltone della Molinella, la mostra “Immagini ed emozioni d’autore”, retrospettiva di oltre 170 immagini che ricostruiscono il percorso di 50 anni della “Festa della Montagna Uoei, assieme ad altre sezioni speciali: una selezione di scatti di sportivi dalla mostra “Stelle Olimpiche” dal Museo nazionale della montagna di Torino, una serie di riproduzioni di disegni e acquerelli dell’artista friulano Nino Ovan che ritraggono montagne e tabià, una raccolta di spettacolari immagini delle vette di tutto il mondo di Michele Dalla Palma alpinista, giornalista e fotoreporter. Sono inoltre esposte una opera inedita appositamente realizzata dal disegnatore trentino Fabio Vettori per celebrare i 50 anni della manifestazione e una scultura dell’artista brisighellese Giorgio Palli, gli scatti dei faentini Marco Cavina e Giuseppe Sangiorgi. La mostra è aperta al pubblico tutti i giorni (dalle ore 10 alle 12 e dalle 16 alle 19).

Rispondi