Casting di attori a Faenza per il nuovo film di Tamburini: martedì 4 ottobre le selezioni

Casting di attori a Faenza. Accademia Perduta/Romagna Teatri e il Teatro Masini collaborano con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Scuola Nazionale di Cinema di Roma ospitando, martedì 4 ottobre dalle ore 10 alle ore 18, i casting del film “Ci vuole un fisico (la tragicomica vita dei brutti)” di Alessandro Tamburini, presso il Ridotto del Teatro (Piazza Nenni, 2). Il film si girerà a Modena tra ottobre e novembre 2016. Per il casting, il cui provino consisterà in un incontro/conversazione con il regista, si cercano attori e attrici maggiorenni di tutte le età per piccoli ruoli, comparse e figurazioni.

Il film: ci vuole un fisico (la tragicomica vita dei brutti)

Nello stesso ristorante un ragazzo e una ragazza, dall’aspetto normale, ma entrambi convinti di essere poco avvenenti se non addirittura brutti, aspettano i rispettivi partner, che tardano ad arrivare e non rispondono alle pressanti telefonate. Dopo numerosi tentativi di contattarli si convincono dell’inutilità dell’attesa e si consolano cenando in solitudine. I due si incontrano all’uscita del locale, dopo essersi scambiati qualche occhiata durante la cena e avere compreso la situazione l’uno dell’altra. Lei gli propone di accompagnarlo a casa in scooter. Durante il percorso inizieranno a conoscersi parlando di loro e inizialmente dei loro mancati partner, ma soprattutto quello che emergerà sarà la loro insicurezza e inadeguatezza, al limite dell’ossessione. Tutti questi problemi nascono da una non accettazione esagerata del loro fisico e della voglia di trattarsi bene, soprattutto nei confronti del cibo.

Chi è Alessandro Tamburini

Alessandro Tamburini nasce a Faenza (RA) il 20 ottobre 1984. Inizia giovanissimo a girare i primi cortometraggi in video8. Entra poi, nel 2008, al centro sperimentale di cinematografia di Roma. durante gli anni del centro sperimentale ha diretto vari cortometraggi, tra cui un libero adattamento dal testo di “Romeo e Giulietta” con Marco Bellocchio; “L’inquilino”, da lui diretto ed interpretato assieme a Carola Clavarino e “Fine settembre”, un cortometraggio in pellicola in co-produzione con Rai Cinema con Ivano Marescotti e Silvia Cohen, girato a Brisighella. Consegue il Diploma in Regìa al Centro Sperimentale, nel 2011. Del 2011 è anche il suo documentario “Mai senza – La sessualità alla Terza Età” realizzato assieme a Ciro Zecca, con Paolo Villaggio, Lino Banfi, Sandra Milo, Tinto Brass, Carlo Monni, Milly D’Abbraccio e Riccardo Schicchi. Continua poi a realizzare cortometraggi indipendenti.

Rispondi