Verso Faenza 2020: l’appello di Azzurri ’94 per un centrodestra unito

«Per definire il tipo di impegno politico e organizzativo in vista delle elezioni Regionali e delle elezioni Comunali di Faenza si è tenuta una riunione della presidenza dell’associazione Azzurri ’94 il 25 giugno 2019 nella quale si è deciso di contribuire con programmi e con propri candidati all’affermazione del centrodestra in Emilia-Romagna e di promuovere a Faenza un programma e una lista fra tutte le forze liberali: cristiane e riformiste che in alleanza con la Lega concretizzino l’alternativa al Pd ed ai suoi alleati».

L’associazione Azzurri ’94 vuole tenere vive le idee di Silvio Berlusconi

Rodolfo Ridolfi e Oriano Casadio, rispettivamente presidente e vicepresidente Azzurri ’94, danno il via alla campagna elettorale che vedrà nuovamente scendere in campo la compagine berlusconiana in previsione delle elezioni regionali e delle elezioni amministrative nel comune di Faenza. Mentre le elezioni amministrative si terranno a maggio, infatti, le elezioni regionali potrebbero essere fissate per la fine di gennaio, secondo le ultime notizie emerge dalla sede della Regione Emilia-Romagna.

«Azzurri ’94 fondata nel 2012 in questi sette anni con i suoi aderenti, prevalentemente iscritti ed elettori di Forza Italia – continuano Ridolfi e Casdio – ha svolto moltissime convention per tener vive le idee e i principi del movimento politico fondato da Silvio Berlusconi. Un’associazione aperta a tutti gli elettori del centrodestra che non ha seguito le sirene opportunistiche degli ultimi anni. Tutti gli eletti e i militanti di Azzurri ’94 hanno dimostrato lungimiranza politica e determinazione nel condividere, lo spirito, i principi e le idee che hanno caratterizzato la politica di Silvio Berlusconi e di Forza Italia e si sono impegnati a essere un punto di riferimento per chi sa coniugare il rinnovamento con l’antico cuore (che non significa affatto nostalgia) di proposte e programmi politici concreti e capaci di generare ripresa e sviluppo. Azzurri ’94 è diventata quindi un momento fondante per Forza Italia, nei territori dove ha operato. Nel momento in cui Berlusconi riorganizza il partito di centrodestra plurale, radicato sul territorio, capace di eleggere democraticamente i propri rappresentanti ponendo così fine alla triste stagione dei nominati a tutti i livelli torna ancora più forte la disponibilità all’impegno. Nella condivisione dei valori e dello spirito del ’94. Quei valori e quello spirito sempre messo a disposizione con assoluta apertura di tutti coloro che hanno condiviso come prioritari temi come la giustizia-giusta, l’equità fiscale e un rinnovato e corretto rapporto con lo Stato che deve essere amico e non considerarci sudditi. Azzurri ’94 riprende quindi con forza la sua iniziativa in vista della nuova stagione politica e delle imminenti sfide elettorali mettendo le sue idee, le sue donne ed i suoi uomini in campo per costruire l’alternativa alle sinistre».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.