Arrampicata: ai nazionali solo pochi centesimi negano a Faenza l’oro

Tre centesimi di secondo sembrano quasi impercettibili nella nostra vita quotidiana, eppure possono fare la differenza tra un primo e un secondo posto in una competizione sportiva. Sono stati proprio tre centesimi a negare al giovane faentino Cristian Chiozzoti l’oro ai Campionati italiani giovanili d’arrampicata sportiva, disputatisi ad Arco di Trento nelle ultimie due settimane. Le medaglie sono arrivate per gli atleti faentini: sei d’argento e una di bronzo (oltre al terzo posto di squadra negli under 16/20) ma la medaglia più ambita è sfuggita per un soffio

Giorgia Randi seconda per quattro centesimi

Quattro podi sono arrivati dalla Speed (la gara di velocità), anche se la soddisfazione dei piazzamenti ha lasciato qualche rimpianto per come sono andate le cose. Christian Chiozzotti (U16M), come detto, è scivolato in finale dopo aver fatto segnare il miglior tempo nelle eliminatorie, ha perso l’oro per soli tre centesimi di secondo. Sorte analoga per Ludovico Fossali, nettamente il migliore prima dello scontro conclusivo dove un errore gli è stato fatale. Quattro centesimi hanno diviso Giorgia Randi (U20F) dalla conquista del metallo più prezioso, ma l’aver migliorato di quasi mezzo secondo il proprio personale fa ben sperare per il futuro. Giulia Fossali (U18F), autrice di un’ottima gara, nulla ha potuto contro la sfida decisiva con un’avversaria al momento superiore.

L’ultimo argento nelle categorie maggiori è giunto ancora da Christian Chiozzotti che, grazie al sesto posto in Lead (difficoltà) e al discreto piazzamento in Boulder (arrampicata senza corda sopra i materassi), ha scalato la classifica della combinata.

A contribuire in modo determinante per la conquista del terzo posto a squadre portando punti preziosi coi loro piazzamenti, Giulia Randi, Elisa Lega, Giovanni Placci, Greta Pozzi, Giulia Francesconi, Sara Fabbri e Ginevra Casellato.

Argento e bronzo nell’under 14

Nella seconda tornata coi piccoli delle categorie sotto l’U14, le maggiori speranze erano ancora affidate alla Speed. L’oro purtroppo non c’è stato, ma Sofia Marsigli ed Erica Piscopo nell’U14 hanno raggranellato rispettivamente un argento e un bronzo dopo essere finite allo scontro diretto in semifinale. Gli ultimi rammarichi sono stati il mancato ingresso negli ottavi per pochi centesimi, di Augusto De Leo e il quarto posto di Marco Rontini (U12M), ma sia Sofia che Marco, essendo al primo anno delle proprie categorie, avranno modo di rifarsi. Dovrà invece impegnarsi Augusto, che passerà negli U16M. Buone le prestazioni anche degli altri due componenti della squadra che hanno preso parte alle gare, William Pozzi e Paolo Francesconi.

Rispondi