Arena Borghesi: al via una petizione di Italia Nostra e Legambiente

Italia Nostra e il circolo Legambiente Lamone di Faenza, hanno avviato nella mattinata di sabato 22 aprile 2017 una raccolta di firme su una petizione popolare dal titolo “NO all’invasione del cemento sulla storica Arena Borghesi di Faenza”. La petizione insiste sulla necessità che sia scongiurato un intervento di edilizia per l’ampliamento del supermercato situato a lato dell’Arena Borghesi, che andrebbe a cancellare l’intero spazio alberato; un consumo di paesaggio che produrrebbe disgregazione fisica, alterazione identitaria del luogo e delle sue relazioni col contesto del viale Stradone.

Chiesto il riconoscimento dell’Arena Borghesi come Bene culturale

La petizione chiede al sindaco di Faenza di conservare l’integrità dell’intero complesso dell’Arena Borghesi, un paesaggio identitario storico in cui gli alberi formano lo spazio e il carattere del luogo e di avviare la procedura per il riconoscimento dell’Arena Borghesi come Bene Culturale che permetterebbe di coinvolgere la collettività in un progetto di restauro conservativo del luogo; un progetto non solo tecnico ma di promozione della cultura del paesaggio e del senso di appartenenza alla comunità.

La petizione promossa da Italia Nostra e Legambiente

«Sulla vicenda dell’Arena Borghesi – spiegano i promotori dell’iniziativa – si è avuta recentemente notizia dell’indizione dell’asta di vendita da parte della Ausl (proprietaria dell’area), che presenta molti lati oscuri, sui quali abbiamo chiesto, e continuiamo a chiedere, chiarimenti all’amministrazione comunale e alla Ausl. Chiediamo ai cittadini, alle associazioni, alle forze politiche e sociali, di informarsi su questa lunga e intricata vicenda e, se condividono le nostre preoccupazioni, di sottoscrivere e far sottoscrivere la petizione».

Rispondi