Al via Momevi 2018: al centro il tema della sostenibilità agricola

Su il sipario sulla tre giorni di MoMeVi (Mostra meccanizzazione vitivinicoltura) e sulla Mostra Agricoltura Faenza (Maf) in Fiera a Faenza. Si parte venerdì 23 marzo alle 10.30 con il taglio del nastro ufficiale affidato all’europarlamentare Damiano Zoffoli, i cancelli della Fiera saranno aperti al pubblico già dalle ore 9 (fino alle 22). Protagonisti della manifestazione un centinaio di operatori da tutta Italia, dai principali costruttori e distributori di macchine agricole e attrezzature, al vivaismo, i servizi e le tecnologie per il vigneto, il frutteto e i campi.

«L’agricoltura riveste un ruolo fondamentale in sede di politiche agricole comunitarie – ha detto Zoffoli, che a Strasburgo si occupa di sicurezza alimentare e ambiente – Sino a qualche anno fa rappresentava il 73% del bilancio europeo, oggi siamo al 39%. L’export agroalimentare italiano è pari a 131 miliardi di euro, conosciuto in tutto il mondo per la qualità delle sue produzioni. Sono tante le sfide che attendono il nostro sistema agricolo, dall’innovazione alla sostenibilità, i due temi al centro di questa manifestazione».«Non è un caso che un evento di questo tipo si svolga a Faenza, da sempre terra vocata all’agricoltura – dichiara il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi – Questa fiera ha salde radici nella storia, capace di guardare al futuro accettando lo sfida dell’innovazione». «L’intera area fieristica è al completo, addirittura non siamo riusciti a soddisfare tutte le richieste – ha affermato Fausto Bianchini – E’ un segnale di grande vitalità di un settore strategico per il nostro Paese».

Gli spazi per gli animali

Decisamente ricca e animata l’area riservata agli animali. Una quindicina sono gli espositori, presenti con oltre un centinaio di esemplari, per ricreare una fattoria con un’ampia varietà di razze. A curare lo spazio è l’Ararer (Associazione Regionale Allevatori Emilia Romagna), che promuove la quarta mostra zootecnica di bovini, suini, cavalli, asini, ovini, pollame e conigli. Tutti gli animali sono iscritti ai Libri Genealogici o ai Registri Anagrafici, quindi rappresentano al meglio le caratteristiche delle razze esposte. Tra le dimostrazioni di sabato, tre sessioni con Amico Cavallo con il battesimo della sella (ore 10, 14, 16.15), alle 15.45 gli animali in parata, alle 15.15 e 17.30 doppio appuntamento con Sheepdog, dimostrazione di come un cane conduce un gregge di pecore.

I convegni di Momevi 2018

Punto forte della kermesse agricola è la parte convegnistica che si apre alle ore 11 sul tema “Innovazione e agricoltura: a scuola di futuro” promosso da Image Line e Unacoma, alla presenza di oltre 150 studenti da tutta la Romagna. Alle 15 la “Sostenibilità nella filiera vitivinicola”, nell’incontro promosso dal Polo di Tebano insieme al Crea, che mette a confronto esperti di esperienza diverse (Consorzio vini di Romagna, Università di Bologna, Nomisma, Equalitas e altri). Alle 19.45 le nuove “Omologazioni del trattori e dei rimorchi agricoli”, incontro che fa seguito alle novità introdotte dalla normativa europea su questi mezzi, a cura di Unacma e Federunacoma. L’associazione Il lavoro dei Contadini propone un laboratorio sulle tipicità del territorio, a partire dalla sfoglia fatta in casa, al centro di una dimostrazione a partire dalle 16.

Anche in questa edizione la Bcc ravennate, forlivese ed imolese è Main Sponsor della manifestazione che non è solo un appuntamento professionale con l’agricoltura ma è anche un momento di incontro per tutta la collettività. Mostra Agricoltura e MoMeVi sono organizzati da Fiera di Faenza e Polo di Tebano, con il patrocinio del Comune di Faenza, della Provincia di Ravenna, della Regione Emilia Romagna, del Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
Info: 81° Mostra dell’Agricoltura e 42° MoMeVi 23-25 Marzo 2018 (ven. e sab. ore 9-22; dom. ore 9-19) Fiera di Faenza, Via Risorgimento 3, 48018 Faenza (RA) – ingresso € 6,00 – ridotto € 3,00 www.mostragricolturafaenza.com segreteria@fierafaenza.it Tel. 0546.621554

Rispondi