AcquaeSapone si conferma: la Coppa Italia 2019 è sua

Dodici mesi dopo, la regina di Coppa è rimasta la stessa: un gol su calcio di punizione di Leandro Cuzzolino a 2’50’’ dalla fine ha regalato all’AcquaeSapone Unigross la sua seconda Coppa Italia consecutiva. Lo scorso anno, gli abruzzesi vinsero a Pesaro; stavolta, invece, è stata proprio l’Italservice Pesaro a inchinarsi in un PalaCattani straordinario. Eccezionale, la risposta di pubblico di Faenza: oltre 4mila persone hanno riempito il palazzetto nella giornata conclusiva dell’evento organizzato dalla Divisione Calcio a cinque e patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna (al PalaCattani, anche il presidente Stefano Bonaccini) e con la collaborazione del Comitato Regionale emiliano-romagnolo della Lega Nazionale Dilettanti (presente il presidente Paolo Braiati) e del Settore Giovanile e Scolastico della Figc (al PalaCattani con il coordinatore regionale Massimiliano Rizzello). A premiare le squadre, il vicepresidente della Lega Nazionale Dilettanti Nuccio Caridi e, ovviamente, il presidente della Divisione Calcio a cinque Andrea Montemurro.

L’intero incasso della manifestazione è stato devoluto alla donazione di un mezzo di trasporto per lo svolgimento dell’attività alla sezione di Faenza dell’Anmic (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili). A dare il calcio d’inizio della finale è stato Francesco Messori, capitano della Nazionale italiana amputati.

L’incasso del palaCattani donato ad Anmic.

Decide il match la rete di Leandro Cuzzolino

E’ stata una finale equilibratissima, quella tra Italservice Pesaro e AcquaeSapone Unigross. Quando sembrava sempre più vicino l’epilogo ai tempi supplementari, però, la punizione di Leandro Cuzzolino, su finta di Lukaian Baptista, ha “bucato” la barriera pesarese e si è infilata nella porta di Miarelli, scatenando la gioia dei tantissimi tifosi arrivati dall’Abruzzo. Inutile l’assalto finale dell’Italservice, comunque applaudita dai 300 sostenitori marchigiani. Il match winner Leandro Cuzzolino è stato premiato come miglior giocatore del match mentre Stefano Mammarella il titolo di miglior portiere.

Italservice Pesaro: Miarelli, Caputo, Honorio, Taborda, Marcelinho, Del Grosso, Tonidandel, Fortini, Borruto, Canal, Polidori, Mateus, Borea, Guennounna. All. Colini

AcquaeSapone Unigross: Mammarella, Lima, Cuzzolino, Murilo, Lukaian, Ercolessi, Iervolino, Marrazzo, Calderolli, De Oliveira, Coco, Jonas, Fiuza, Casassa. All. Perez

Marcatore: 17’10” s.t. Cuzzolino (A)

Ammoniti: Marcelinho (P), Taborda (P), De Oliveira (A), Borruto (P)

Arbitri: Alessandro Malfer (Rovereto), Dario Pezzuto (Lecce), Lorenzo Cursi (Jesi) Crono: Dario Di Nicola (Pescara)

Al palaCattani di Faenza Kick Off e Roma vincono la A femminile e l’under 19

In Serie A femminile, trionfo del Kick Off, squadra di San Donato Milanese, che non vinceva la Coppa Italia dal 2012. Le ragazze di Riccardo Russo hanno travolto 10-2 la Lazio. Nell’Under 19, è stata la Roma ad alzare il trofeo, grazie al 4-2 sulla Fenice Veneziamestre.

Andrea Montemurro: “Il calcio a 5 non è più uno sport minore”

«E’ stata una giornata emozionante, memorabile – ha spiegato Montemurro –. Con la finale maschile tra Italservice Pesaro e AcquaeSapone Unigross, seguita al PalaCattani da oltre 4mila spettatori e trasmessa in diretta tv da Sky Sport Serie A con una produzione di un livello qualitativo impressionante, questa Final Eight di Coppa Italia itinerante in Emilia-Romagna ha trovato la sua consacrazione assoluta. Complimenti alle due squadre e congratulazioni a tutte le partecipanti che hanno confermato che questa manifestazione rappresenta il momento centrale del futsal italiano. Un grazie alla regione Emilia-Romagna, al suo presidente Stefano Bonaccini e alle istituzioni cittadine di Faenza per il loro prezioso contributo; e grazie anche a Figc, Lnd, al Settore Giovanile e Scolastico, al CR Emilia-Romagna e alle società che sul territorio hanno consentito che questo evento riuscisse. Adesso si riparte verso nuovi obiettivi».

Final Eight 2019: protagonisti anche sbandieratori del Niballo e scuola Sarti

L’evento al palaCattani di Faenza si è aperto con l’esibizione degli sbandieratori del Niballo Palio di Faenza e, in particolare, del vincitore nazionale del Singolo, Raffaele Rampino Jr. A cantare l’inno nazionale sono stati invece i piccoli coristi della scuola di musica Sarti, guidati da Martina Drudi.  

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per il futsal italiano è stata una giornata di festa: in mattinata, il Commissario Tecnico della Nazionale italiana, Alessio Musti, e l’allenatore de ElPozo Murcia, Diego Giustozzi (campione del mondo con l’Argentina al Mondiale di Colombia 2016) avevano incontrato gli allenatori arrivati da tutta Italia in un Clinic sul tema gestione del gruppo. Un successo incredibile, con oltre 300 adesioni.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.