A Bagnacavallo un evento per la Giornata mondiale dell’ascolto

L’associazione HumuSapiens di Bagnacavallo aderisce alla Giornata mondiale dell’ascolto, proponendo un evento in collaborazione con l’artista Luigi Berardi, che realizzerà l’installazione Rifugio Microsonoro Terrestre, visitabile nelle giornate di sabato 17 e domenica 18 luglio.

Anche il rumore inquina

La Giornata mondiale dell’ascolto è stata istituita nel 2010 dal World Listening Project, un’organizzazione di beneficenza ambientalista che promuove attività sociali ed educative sull’importanza dell’ascolto e della salvaguardia dei suoni naturali. Ogni 18 luglio – in onore del compleanno di Raymond Murray Schafer, compositore canadese considerato il fondatore dell’ecologia acustica e per questo insignito dell’Ordine del Canada, la più alta onorificenza concessa dallo stato federale canadese – in tutto il mondo enti pubblici, artisti e privati cittadini prendono parte a questo progetto organizzando eventi di sensibilizzazione al problema dell’inquinamento acustico.

La Giornata mondiale dell’ascolto 2021: la terra inquieta.

Il tema specifico dell’iniziativa cambia ogni anno e quello scelto per l’edizione 2021 è La terra inquieta: «È un invito a riflettere sul mormorio costante della Terra. I suoni piccoli, nascosti, sotterranei, aerei, sottomarini, infrarossi e ultrasonici, impercettibili all’orecchio umano – spiegano i promotori dell’associazione HumuSapiens – possono portare una nuova prospettiva, potenzialmente piena di speranza, sul futuro del pianeta e dell’umanità. L’ascolto come attivismo ci incoraggia a mettere in discussione i nostri atteggiamenti di ascoltatori mentre miriamo a costruire un nuovo mondo più inclusivo ed empatico».

Il paesaggio sonoro interpretato da Luigi Berardi

Luigi Berardi, che da sempre mette il paesaggio sonoro al centro di opere e performance artistiche, costruirà una capanna in paglia in cui accoglierà i partecipanti e li introdurrà al mondo dell’ascolto consapevole; in un secondo momento, gli interessati potranno passare a una fase più esperienziale. L’iniziativa fa parte del progetto Parchi? par tot… La favola continua, promosso sempre dall’associazione HumuSapiens con il contributo del Comune, con l’obiettivo di far conoscere meglio i parchi di Bagnacavallo attraverso un programma di eventi durante tutta la stagione estiva.

L’entrata nella capanna è possibile fino a sei persone alla volta dalle ore 17 alle ore 24 in via Granarolo a Bagnacavallo, di fronte al civico 4. Per evitare tempi d’attesa troppo lunghi, si consiglia la prenotazione a ass.humusapiens@gmail.com o con un messaggio whatsapp al numero 334 3312289. L’evento è adatto anche ai bambini.

 

Maria Rivola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.