In Pinacoteca un incontro sull’arte di Artemisia Gentileschi

Un incontro per conoscere meglio una delle donne più rappresentative della storia dell’arte. Giovedì 25 gennaio 2018, alle ore 17, a Faenza, nei locali della Pinacoteca comunale (via Santa Maria dell’Angelo 9), si terrà una conferenza dedicata ad Artemisia Gentileschi, pittrice del Seicento di scuola caravaggesca. Relatrice dell’incontro sarà la professoressa Maria Grazia Morganti. L’appuntamento è organizzato dall’associazione Sos Donna, con il contributo di Confcommercio Ascom Faenza e del Podere la Berta. Al termine della conferenza seguirà un buffet per tutti gli intervenuti.

Una conferenza per approfondire l’arte di Artemisia, spesso oscurata dalla biografia

Artemisia Gentileschi non è l’unica donna pittrice nella storia dell’arte. Altre donne esercitarono, con buon successo, la loro attività e tra queste, per restare solo al periodo intorno al Seicento, abbiamo Lavinia Fontana, Sofonisba Anguissola, Fede Galizia ed Elisabetta Sirani. Di tutte loro e di altre artiste, Maria Grazia Morganti ha già parlato in varie conferenze tenute in Pinacoteca negli anni scorsi. A partire dal saggio di Roberto Longhi del 1916 sui Gentileschi padre e figlia, molto si è scritto sulla vicenda di Artemisia mettendo però sempre in prima luce i suoi aspetti biografici.

Sulla pittrice si è così delineata una sorta di descrizione mitologica, che l’ha fatta apparire a volte come una proto-femminista, altre volte, con letture estreme, una donna libertina o più generalmente una singolare donna che ha scelto di vivere con una professione riservata agli uomini. La conferenza di Maria Grazia Morganti, basata su una lettura delle opere di Artemisia Gentileschi, porterà a invece valutare l’esperienza artistica di questa donna, che è stata una delle grandi pittrici nella storia dell’arte.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.