Teatro Due Mondi: rassegna estiva 2020 con Roberto Mercadini e Mauerspringer

Riprende l’attività del Teatro Due Mondi di Faenza che proporrà una rassegna estiva 20202 per continuare a essere un teatro senza muri, popolare, vicino, resistente, di relazione, senza confini. Si comincia lunedì 6 luglio ore 21.30 con lo spettacolo di Luigi D’Elia “Cammelli a Barbiana: Don Lorenzo Milani e la sua scuola” di Francesco Niccolini e Luigi D’Elia; regia Fabrizio Saccomanno. Il successivo appuntamento è lunedì 13 luglio ore 21.30 con l’istrionico Roberto Mercadini “Dobbiamo un gallo ad Asclepio”, monologo sull’origine della filosofia; giovedì 16 luglio ore 21.30 è invece in programma il progetto Mauerspringer cofinanziato dal programma Europa Creativa dell’Unione Europea con “Ragazzi di strada”, un film di Andrea Pedna e a seguire la presentazione del libro a cura di Cristina Valenti “Mauerspringer. Forme di espressione artistica e di partecipazione nel teatro di strada”.

Venerdì 24 luglio alle ore 21.30 è il momento “Dei nostri eroi più fragili” in missione a Faenza in tempo di distanziamento, un progetto di Tommaso Monza e coreografie di Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli di Natiscalzi DT. Venerdì 31 luglio ore 21.30 il Teatro dell’Orsa proporrà “Fole da osteria” di e con Monica Morini e Bernardino Bonzani, con musiche di Claudia Catellani. La rassegna si concluderà venerdì 7 agosto ore 21.30 con il Teatro Patalò che proporrà “Odissea al mare.Tre attori tra Troia e Itaca” con Isadora Angelini, Denis Campitelli, Luca Serrani e regia Isadora Angelini.

La rassegna estiva alla Casa del Teatro per rispettare le norme anti-Covid

«Non vogliamo aspettare i mesi invernali – spiegano dal Teatro Due Mondi – dove forse potremo solo proporre spettacoli per pochissimi spettatori se restano vigenti le attuali norme di distanziamento. La Casa del Teatro è uno spazio piccolo nelle dimensioni, non possiamo trasformarci in un teatro per pochi. Perderemmo di vista lo spirito del progetto che da sempre vuole contribuire a costruire una comunità estesa di cittadini che credono nel valore dell’arte e della cultura come strumenti di cambiamento della realtà. Anticipiamo per questi motivi a luglio e agosto la rassegna di spettacoli e li proponiamo all’aperto, nel cortile della Casa, fra il verde degli alberi. Possiamo quindi avere almeno 150 posti a sedere e continuare con la formula dell’ingresso con offerta libera all’uscita. Per dare risposte concrete alla comune voglia di ritrovarsi. Lo faremo rispettando tutti i protocolli, e questo sicuramente porta a un maggior costo per l’organizzazione dello spazio e la sicurezza di tutti.

Come sostenere il progetto del Teatro Due Mondi

«Per fare questo – continua il Due Mondi – abbiamo bisogno di un sostegno economico che si aggiunga alle risorse di cui disponiamo, un contributo da parte di amici e cittadini che condividono la nostra necessità. E’ un contributo perché il nostro teatro rimanga accessibile anche a chi non potrebbe pagare un biglietto, a chi cerca non solo intrattenimento, a chi non vuole aspettare che la politica dia il giusto valore al nostro lavoro e a quello degli artisti che inviteremo. Lanciamo quindi una campagna di sostegno a “Un teatro al verde”, che si concretizza nella ricerca di sostenitori disponibili a un contributo di 50 euro. Cerchiamo persone che ci aiutino a intercettarne altre, già i nostri soci e collaboratori si attiveranno per farlo, mettiamoci in moto come comunità». Si potrà contribuire con una erogazione liberale diretta (verrà rilasciata una ricevuta per erogazione liberale al Teatro Due Mondi) oppure con bonifico bancario: causale: Erogazione liberale; intestato: Teatro Due Mondi; c/o Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese Soc. Cooperativa; Filiale di Faenza – Zona Industriale; Iban: IT89 Y085 4223 7020 0400 0038 841; oppure con Paypal: conto Paypal: amministrazione@teatroduemondi.it; causale: Erogazione liberale.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.