Cisl Romagna: istituiti 8 presidi locali per essere più a contatto col territorio

Cisl Romagna, dopo i primi cinque anni di assestamento fisiologico della fusione, ha attuato la seconda fase che prevede la creazione di otto presidi locali, chiamati Unioni Sindacali Distrettuali (Usd), che corrispondono esattamente agli otto distretti socio‐sanitari della Romagna e alle otto Unioni Comunali. «Se dovessimo usare una parola – afferma Filippo Pieri, segretario generale di Cisl Romagna – potremmo dire che stiamo cercando di essere un sindacato glocale. Ovvero un sindacato che vuole rafforzare il ruolo del sindacato europeo nel confronto con le istituzioni di Bruxelles e nella contrattazione con le multinazionali; nello stesso tempo un sindacato che sia più vicino ai luoghi dove avviene la tutela dei lavoratori e alle comunità dove si discute di programmazione socio-sanitario con le istituzioni locali».

«Per fare questo abbiamo costituito otto distretti andando oltre all’accorpamento delle tre strutture provinciali Cisl di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini avvenuto nel 2013 – continua Pieri – perché l’unificazione ci ha consentito di praticare delle economie di scala sulle spese dei dirigenti e ora investiamo sugli operatori presenti nel territorio, sui nuovi servizi e su sedi più funzionali e accoglienti per i nostri iscritti e l’utenza in genere».

Fabrizio Liverani responsabile Usd Romagna faentina

Cisl Romagna sta facendo da apripista alle altre associazioni di rappresentanza e alle istituzioni infatti è stata la prima a costituirsi su base romagnola. «In ognuna delle Usd Cisl Romagna è stato individuato un responsabile – prosegue il segretario cislino – che ha il compito di sviluppare e promuovere le politiche di concertazione sociale e socio-sanitarie, di organizzare e sviluppare i servizi per gli iscritti e gli utenti, di intrattenere i rapporti con i soggetti istituzionali, sociali ed economici del territorio.». Ecco le Unioni Sindacali Distrettuali Cisl Romagna e i relativi responsabili: Usd Cesena Distretto Valle del Savio, Filippo Pieri; Usd Rubicone Distretto Rubicone Mare, Luca Giacobbe; Usd Forlì Distretto Forlì, Vanis Treossi; Usd Faenza Distretto Romagna faentina, Fabrizio Liverani (nella foto, ndr); Usd Lugo Distretto Bassa Romagna, Maria Teresa Ronchi; Usd Ravenna Distretto Ravenna Cervia e Russi, Franco Garofalo; Usd Riccione Distretto di Riccione, Gino Taraborelli; Usd Rimini Distretto di Rimini, Paola Taddei.

«Ci auguriamo – conclude il segretario generale della Cisl Romagna – che la nostra esperienza possa essere di stimolo anche alla politica perché nella società del terzo millennio avremo sempre più bisogno di Europa, ma allo stesso tempo aumenterà la necessità di sentirsi parte della comunità in cui si vive: nel proprio quartiere, nella propria città e nel proprio territorio».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.