Rekico, rimonta da urlo su Piacenza, il 2° posto è a 4 punti

Non ci sono parole e aggettivi per descrivere quello che ha fatto la Rekico Faenza contro Piacenza. Sotto di 24 punti a inizio quarto periodo, i Raggisolaris reagiscono da grandissima squadra, trovando la parità a 1’38’’ dalla fine e fallendo addirittura due volte il tiro della vittoria. Una festa soltanto rimandata, perché poi all’overtime arriva un successo incredibile (87 a 81) e meritatissimo che lancia i faentini verso l’altissima classifica: il secondo posto dista soltanto quattro punti. Una prestazione ancor più da incorniciare se si pensa che coach Regazzi ha dovuto fare a meno di Iattoni, fermo per un problema alla caviglia. Applausi a scena aperta per la Rekico dunque, da parte di un PalaCattani caldissimo che si è sempre fatto sentire anche nei momenti più difficili.

A inizio ultimo quarto Faenza è sotto di 24 punti

Primo tempo dai due volti per la Rekico, dove concede troppo in difesa e sbaglia molte conclusioni in attacco. Aromando è l’unico a trovare la via del canestro segnando 17 punti nei primi venti minuti, ma neanche lui può nulla quando la Bakery spinge sull’acceleratore alzando i ritmi e prendendo in mano l’inerzia. Pederzini e Perego colpiscono da ogni posizione e all’intervallo gli ospiti conducono 53-37. La Rekico riordina le idee e reagisce portandosi sul 50-56 con una tripla di Perin, ma la Bakery impiega pochi minuti a ritornare avanti in doppia cifra. Rombaldoni orchestra i giochi e arriva un 16-1 di parziale per il 72-51 di fine terzo periodo. Un risultato che diventa ancora più pesante quando Stanic esordisce nell’ultimo periodo con la tripla del 75-51.

Rekico: grande prestazione di Chiappelli

Tutto finito? Non con la Rekico. La difesa a zona manda in tilt la Bakery e l’attacco manfredo inizia a girare a meraviglia. Tutti i giocatori sono protagonisti, ma la scena la guadagna soprattutto Chiappelli autore di 18 punti con 17 rimbalzi. Sono proprio due suoi liberi a regalare la parità (75-75) a 1’38’’ dalla fine. Piacenza con Rombaldoni fallisce la tripla della possibile vittoria, imitato poi da Venucci e da Brighi. Si decide tutto all’overtime, dove la Rekico è perfetta. Venucci spara due triple, Benedetti realizza il piazzato e a 2’37’’ i faentini sono avanti 83-77. Stanic è l’unica arma di Piacenza, ma ormai Faenza vede la linea del traguardo ad un passo e a firmare il capolavoro sono Venucci e Benedetti dalla lunetta, facendo esplodere di gioia il PalaCattani.

Nel prossimo turno la Rekico ritornerà in campo mercoledì 7 febbraio alle 20.30 nel derby in casa della Nts Informatica Rimini, terzo e ultimo turno infrasettimanale della stagione, mentre domenica 11 alle 18 ospiterà la Gimar Lecco.

Rispondi