Massimo Cacciari e Roberto Balzani il 4 aprile a Faenza per parlare d’Europa

Di Europa e del suo futuro parleranno giovedì 4 aprile 2019 il filosofo Massimo Cacciari, spesso ospite a Faenza per i Confronti d’Autunno, e lo storico Roberto Balzani, presidente dell’Ibc dell’Emilia-Romagna. Introduce l’incontro Luisa Trumellini, segretaria nazionale del Mfe. L’iniziativa, che si terrà al cinema-teatro Sarti in via Scaletta 10 alle ore 20,45, è promossa dal Centro Regionale del Movimento Federalista Europeo, dalla Gioventù Federalista Europea e dalle sezioni locali di Faenza, Ravenna e Forlì.

L’incontro a Faenza promosso dal Movimento Federalista Europeo

«L’Europa è minacciata sia dall’acuirsi delle disuguaglianze economiche – scrivono gli organizzatori – sia dall’insidia di un ritorno ai nazionalismi che, se prevalessero, consegnerebbero alle nuove generazioni un futuro molto incerto e opaco. A questo proposito è estremamente istruttiva la penosa vicenda della Brexit. Oggi, purtroppo, è il cuore stesso dell’idea di Europa a essere messo in discussione a causa del formarsi di blocchi di stati sempre più diffidenti gli uni degli altri. È inoltre motivo di grande apprensione il diffondersi, anche in nazioni di antica tradizione cristiana, di ideologie caratterizzate da forti venature illiberali e ostili a ogni idea di integrazione e accoglienza. Le crisi economico-finanziarie e i mutati equilibri politici di questi ultimi anni rischiano di disarticolare definitivamente il difficile processo di unificazione europea».

Ue: tra federalismi e nazionalismi

«Forse l’Europa – proseguono i promotori dell’evento – si salverà soltanto se sarà capace di trovare nel federalismo il giusto equilibrio fra sovranità europea e sovranità nazionale. Da diversi anni assistiamo a continue crisi che scuotono anche il nostro continente, mettendo a rischio le sue conquiste di civiltà. Le sorti del processo di integrazione europea coincidono con il nostro destino. Il mondo ha bisogno di un’Europa diversa rispetto a quella che abbiamo conosciuto fin qui, di un’Europa forte, unita, democratica e solidale».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.