Lega Nord: “Il nostro contributo alla legge sulle rievocazioni storiche è stato fondamentale”

«Il nostro contributo è stato fondamentale, per impedire che fossero distribuite risorse a pioggia, concentrando i finanziamenti sulle manifestazioni che danno un senso alla tradizione e creano indotto. Il Pd come sempre vuole arrogarsi tutti i meriti, anche delle idee altrui e dimentica il clima costruttivo creatosi per il provvedimento.» Il consigliere regionale della Lega Nord, Andrea Liverani, ci tiene a mettere i “puntini sulle i”, in merito all’approvazione da parte dell’Assemblea legislativa del progetto di legge sulla “Valorizzazione delle manifestazioni storiche dell’Emilia-Romagna”.

“Accolta la nostra proposta di storicità degli eventi”

Un progetto che, nelle intenzioni della maggioranza, «intendeva allargare in maniera spropositata la platea dei fruitori dei contributi – ricorda Liverani – dispendendoli a pioggia, anche per manifestazioni create dalla sera alla mattina, magari per accontentare i capricci di qualcuno della maggioranza… La nostra proposta, accolta dal Pd, è stata quella di portare il requisito “di storicità” della manifestazione – per la richiesta dei contributi – da 2 a 10 anni, per concentrare i finanziamenti verso quelle realtà storiche che alimentano la tradizione locale e, negli anni, hanno saputo creare un indotto per le città interessate.»

“Omesso il contributo della Lega Nord alla legge”

Bocciato, invece, l’ordine del giorno attraverso il quale la Lega Nord chiedeva di aumentare in maniera progressiva – di 50 mila euro all’anno, per arrivare a 250mila euro nel 2019 – la quota stanziata dalla Regione per le manifestazioni storiche del territorio. La maggioranza ha accolto solo il requisito di “storicità” dell’evento inserito nella proposta leghista, tuttavia… «La smania della consigliera Pd, Rontini – ironizza Liverani – ha fatto sì che la maggioranza mettesse in modo esclusivo la bandierina su tutti i provvedimenti votati in assemblea, rimaniamo dunque perplessi nel vedere come il Partito Democratico, ancora una volta, abbia omesso di ricordare il nostro contributo costruttivo, mentre si sono invece enfatizzate le astensioni in aula del resto della minoranza. Davvero una triste pagina per la politica.»

Rispondi