Le donne protagoniste nel faentino: visita guidata a Palazzo Milzetti

Le donne al centro della storia, per una volta. Domenica 11 marzo dalle ore 12.30 fino alle 18.30 il palazzo Milzetti di Faenza si offrirà di ospitare una visita gratuita con tema principale le donne in un mix tra mito, realtà, decorazioni e storia. La visita ha come scopo l’esaltazione della figura  femminile nella storia, a partire dalle divinità greche fino ad arrivare alla loro attualità. Tra le protagoniste della visita è già stata preannunciata Giacinta Milzetti, contessa senigallese nonchè amante di papa Pio IX. Il percorso fornito sarà dedicato all’illustrazione delle attività femminili e del loro stile di vita, analizzandone analogie e differenze con le abitudini odierne.

Giacinta Milzetti, lo stereotipo del matrimonio fallimentare

Una vita davvero infausta, nonchè dolorosa, quella di Giacinta. Già all’età di sedici anni, la giovane senigallese sposò Francesco Milzetti,  ingenua e ignara di quella che sarà la sua solitaria vita. A causa dell’infelicità del suo matrimonio, la contessa Milzetti intraprese una relazione segreta con Gianmaria Mastai, giovane ragazzo senigallese in procinto di dedicarsi all’attività ecclesiastica e di essere riconosciuto come papa Pio IX.

Dopo più di trent’anni di matrimonio il marito morì, e i suoi quattro  figli furono colti da morte prematura. Il nome Milzetti si tramandò così al nipote, figlio del fratello Giovanni, che lei aveva precedentemente adottato. Nonostante attualmente la credenza popolare porti a collegare Giacinta al Palazzo faentino, la giovane effettivamnte non residenziò mai a Faenza. Infatti, dopo il matrimonio celebrato a Bologna, la ragazza non lasciò mai la città.

Burghiu Robert

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.