Giornata per la custodia del creato: il 1° settembre le celebrazioni a Granarolo

Coldiretti Ravenna celebra insieme all’arcidiocesi di Ravenna-Cervia, diocesi di Faenza-Modigliana e Comando Gruppo Carabinieri Forestale di Ravenna, la 14^ Giornata per la Custodia del Creato, momento di preghiera e riflessione promosso a livello nazionale dalla Cei, la Conferenza Episcopale Italiana. La cerimonia, in programma domenica 1° settembre 2019, è incentrata quest’anno sul tema “Coltivare la biodiversità” e si svolgerà nella nostra provincia presso la parrocchia di San Giovanni Evangelista di Granarolo Faentino (via Risorgimento 5) con inizio alle ore 18.

Il tema dell’evento Cei è “Coltivare la biodiversità”

Ad officiare l’incontro di preghiera, che si terrà alla presenza dell’arcivescovo di Ravenna-Cervia mons. Lorenzo Ghizzoni, sarà il vescovo di Faenza-Modigliana mons. Mario Toso insieme ai rappresentanti delle Chiese Ortodosse. «L’iniziativa, alla quale sono invitati tutti i nostri associati con le proprie famiglie – spiega Coldiretti – è un’opportunità per riflettere sulla crisi ecologica che l’umanità sta vivendo, tristemente simboleggiata dagli incendi che stanno devastando l’Amazzonia, ‘polmone del pianeta e uno dei luoghi più ricchi di biodiversità al mondo nonché dagli sfasamenti climatici che si manifestano con fenomeni metereologici sempre più devastanti a danno dell’ambiente e del lavoro degli agricoltori».

Nicola Dalmonte (Coldiretti): “Il nostro territorio è ricco di biodiversità da salvaguardare”

«La Giornata per la Custodia del Creato – commenta il presidente di Coldiretti Ravenna, Nicola Dalmonte rifacendosi al messaggio diffuso dalla Cei – è un’occasione per conoscere e comprendere la realtà tanto fragile quanto preziosa della biodiversità, di cui anche il nostro territorio è così ricco, un patrimonio che i nostri agricoltori sono i primi a custodire e coltivare». A conclusione della cerimonia, proprio i produttori Coldiretti aderenti alla Fondazione Campagna Amica, nata per tutelare e valorizzare la biodiversità agricola, saranno i protagonisti di un’offerta dei doni della terra.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.