Faenza contro l’usura: accordo Fondazione Adventum e La Bcc per prestiti bancari

Prestiti bancari e sportelli d’ascolto come strumenti concreti per tutte le persone e famiglie dell’Unione della Romagna faentina colpite dalla piaga del gioco d’azzardo o da altri tipi di difficoltà che causano il sovraindebitamento. Da qualche settimana è stato firmato un accordo tra La Bcc ravennate forlivese e imolese e la Fondazione Adventum per prevenire il fenomeno e per offrire una soluzione finanziaria alle persone che si trovano in difficoltà. Tra le strategie messe in campo dai soggetti aderenti per permettere di uscire da questo vortice socio-economico devastante, quando ne sussistono le condizioni, c’è anche quello di poter avviare il percorso di concessione di prestiti bancari, grazie ai fondi previsti dall’art. 15 della Legge 108/96. Grazie all’accordo, infatti, la Bcc ravennate forlivese e imolese si impegna a rilasciare finanziamenti fino a un massimo di 20mila euro, da valutare in ogni singolo caso, con tasso nominale anno di estremo favore. Inoltre non sono previste spese accessorie. Questa possibilità si riferisce ed è valevole all’intero territorio compreso all’interno dell’Unione della Romagna faentina.

A Faenza spesi 115 milioni nel gioco d’azzardo nel 2016. In aiuto anche lo sportello d’ascolto

Un fenomeno ‘poco rumoroso’ ma ben presente, purtroppo, anche nel nostro territorio. I numeri sono esemplificativi: in tutto 115 milioni sono stati spesi a Faenza nel gioco d’azzardo nel 2016, mentre l’Emilia-Romagna si attesta come seconda regione in Italia per numero di giocate. L’accordo tra l’istituto di credito faentino e la fondazione si inserisce all’interno del progetto #Faenzacontrolusura, gestito e coordinato da Asp Romagna Faentina in collaborazione con Unione dei comuni della Romagna faentina e Sert, come risposta ai problemi di sovra indebitamento, lotta e prevenzione dell’usura e della dipendenza da gioco d’azzardo. Nello specifico è stato creato uno sportello di ascolto, con sede in via Laderchi 3, in partnership tra Asp Romagna Faentina e la stessa Fondazione Adventum, che permette ai fruitori di creare consapevolezza sull’uso responsabile del denaro e dare una risposta concreta alle persone e alle famiglie che rischiano il sovra indebitamento.

Per informazioni sullo sportello di ascolto tel. 0546/699509. Orario del servizio telefonico dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13. Lo sportello è anche aperto al pubblico il mercoledì dalle 9.30 alle 13 in via Laderchi 3 a Faenza (presso la sede della Consulta delle Associazioni di Volontariato). Per maggiori informazioni: www.faenzacontrolusura.it

Rispondi