Mei 2017: sarà un Concerto per la Pace a chiudere il 1° ottobre la kermesse musicale faentina

Un Concerto per celebrare la visita del Papa in Romagna, impegnato proprio domenica 1° ottobre in una tappa a Cesena e a Bologna. Così Piazza del Popolo si prepara questa domenica a chiudere gli eventi della due giorni del Mei. L’appuntamento con il concerto per la Pace, l’Uguaglianza, i Diritti e la Solidarietà è a partire dalle ore 15.00.

 

Un evento che racconta storie di migranti e diritti umani

Ad aprire il Concerto per la Pace Alexian Santino Spinelli Group e l’Orchestra Europea per la Pace, composta da artisti rom e sinti e diretta dal Maestro Antonio Cericola. Sarà poi la volta degli artisti del Coro del Niger e del Coro dei Rifugiati del Territorio Romagnolo. A seguire, si esibiranno gli artisti emergenti vincitori di Voci per la Libertà (festival nazionale di musica per i diritti umani per Amnesty International), realizzato insieme al Mei e promosso dall’associazione Farsi Prossimo e Coro Gospel Nigeria. Insieme a loro, Jack Manzoni Guitar Band & Coro Rifugiati porteranno invece sul palco alcuni brani che parlano di storie di migranti.

 

Ius Soli e cittadinanza mondiale tra i temi della giornata

In programma quindi tanta musica, ma anche uno spazio aperto alle riflessioni su tematiche sociali e civili. Tra i temi della giornata anche lo Ius Soli e la cittadinanza mondiale, che l’artista italo-brasiliano Tuto Marcondes affronta nella sua “Cittadino del Mondo”. Ospite del concerto sarà il cantautore Diodato che ha recentemente pubblicato per Carosello Records il suo nuovo album di inediti “Cosa siamo diventati” e che ha partecipato all’ultima edizione di Voci per la Libertà.

 

Artisti emergenti e associazioni di impegno civile si alterneranno sul palco

Un pomeriggio che vedrà impegnati molti artisti, inclusi i vincitori dell’ultima edizione di Voci per la Libertà Carlo ValenteElisa Erin Bonono e gli Amarcord. Insieme a loro, interverranno anche i rappresentanti di Amnesty International, Associazione Farsi Prossimo, Mani Tese, Papa Giovanni XIII e molte altre associazioni di impegno civile e sociale. Il live sarà presentato da Michele Dotti, ideatore di iniziative ed eventi e performance legati ai temi interculturali, alla fraternità e alla pace.

Rispondi