Bucci Automations: Simest acquisisce il 13%, si punta a potenziare l’export

Un nuovo partner per lo sviluppo del mercato estero. Simest, società del polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP (Cassa deposito e prestiti) che affianca le imprese nella crescita internazionale, acquisisce attraverso un aumento di capitale il 13% della Bucci Automations Spa, società del Gruppo Bucci Industries di Faenza, per un impegno pari a 5 milioni di euro. «Un partner che ci darà una mano a potenziare lo sviluppo dell’export dell’azienda – commenta l’amministratore delegato Tomaso Tarozzi – puntiamo molto sulla crescita del nostro mercato e Simest crede molto nei progetti che stiamo ». Il Gruppo Bucci opera dal 1957 a livello mondiale in due settori ad alta tecnologia: la robotica industriale e la componentistica in materiali compositi avanzati.

Bucci-Simest: obiettivo export 80%

L’intervento di Simest supporterà il piano di investimenti 2017-2020 che ha tra gli obiettivi, oltre all’ingresso in nuovi segmenti di mercato, anche il presidio di nuovi mercati geografici ritenuti strategici come il Sud Est asiatico e Middle East (soprattutto India e Iran) e il rafforzamento sui mercati esteri già presidiati, quali Europa e Usa.

L’attuazione del piano di investimenti consentirà al Gruppo Bucci di proseguire la strategia di diversificazione commerciale con particolare focus sulla clientela internazionale del Gruppo, aumentando la quota export dall’attuale 65% all’80% a regime. Anche la Sace è intervenuta più volte a supporto dei piani di sviluppo del Gruppo Bucci, garantendo fideiussioni nell’ambito di forniture di macchinari e centri di lavoro polifunzionali destinate ad aziende operanti in diversi settori del mercato tedesco, cinese e slovacco e finanziamenti a sostegno dell’espansione del Gruppo sui mercati esteri.

Rispondi