Masini 2017/2018: si alza il sipario con Andrea Scanzi e Gabriele Lavia

Si accendono i riflettori sulla stagione teatrale 2017/2018 del teatro Masini di Faenza. Oltre trenta spettacoli per sette rassegne in programma: Prosa, Comico, Danza, Protagonisti, Operetta, Favole e Al Ridotto, che si alterneranno su uno dei palchi più belli d’Italia, recentemente riconosciuto all’interno della Strada europea dei teatri storici. A inaugurare il cartellone di Prosa sarà venerdì 27 ottobre Gabriele Lavia, uno dei più grandi attori italiani, interprete e regista di “Il sogno di un uomo ridicolo” di Dostoevskij. Ad accompagnare il pubblico lungo il corso dell’anno saranno poi nomi del calibro di Giulio Scarpati, Anna Bonaiuto, Luca Barbareschi, Michele Placido, con chiusura di Lello Arena. «Innovazione e tradizione sono i binari paralleli su cui si articola questa stagione – spiega Ruggero Sintoni, condirettore artistico di Accademia Perduta/Romagna Teatri – con la volontà di essere sempre il “teatro di tutti”. Mi piace sottolineare la presenza, puramente casuale, anche di numerosi attori faentini, segno di una città che è stata capace di generare nel corso degli anni artisti di qualità».

La presentazione della stagione 2017/2018 del teatro Masini. Da sinistra: Massimo Isola, Giovanni Malpezzi, Benedetta Diamanti, Ruggero Sintoni.

La Prosa del Masini vedrà in scena tra gli altri Michele Placido, Anna Bonaiuto, Luca Barbareschi

Gabriele Lavia ne Il sogno di un uomo ridicolo.

Come detto, la Prosa, rassegna “regina” del Masini, sarà inaugurata da Gabriele Lavia, interprete e regista di Il sogno di un uomo ridicolo, in scena dal 27 al 29 ottobre. Seguiranno: Giuseppe Zeno ne Il sorpasso, tratto dal capolavoro cinematografico di Dino Risi (21-23 novembre); Giulio Scarpati e Valeria Solarino in Una giornata particolare interpreteranno i ruoli che sul grande schermo furono di Mastroianni e Loren (4-6 dicembre); Michele Placido e Anna Bonaiuto debutteranno in “Prima nazionale” con Piccoli crimini coniugali di Eric-Emmanuel Schmitt (5-7 gennaio); Luca Barbareschi e Chiara Noschese saranno protagonisti di L’anatra all’arancia (12-14 gennaio), seguiti da Enrico Guarneri con I Malavoglia di Giovanni Verga (1-3 febbraio). La chiusura del cartellone sarà affidata al simpaticissimo Lello Arena con la divertente e cinica commedia Parenti serpenti (22-24 marzo). Gli interpreti e le compagnie della rassegna di Prosa saranno poi protagonisti degli Incontri con gli Artisti, che avranno luogo, in orario pomeridiano e a ingresso gratuito, presso il Ridotto del Masini.

Le risate di Maria Pia Timo e Gene Gnocchi per il Comico

gene-gnocchi_54_3393
Gene Gnocchi sarà al Masini il 3 marzo.

Appuntamento fisso del Masini è anche la stagione del Comico, che vedrà tra gli altri la presenza di Giovanni Vernia con la “Prima nazionale” dello spettacolo Sotto il vestito: Vernia; poi ancora: Antonio Ornano, Maria Pia Timo, Max Giusti e, fuori abbonamento, Gene Gnocchi con lo spettacolo (fuori abbonamento) Il procacciatore. Come nelle passate Stagioni, tornerà poi, fuori abbonamento, la serata finale del concorso Faenza Cabaret – Premio “Alberto Sordi”, organizzato dall’Associazione Cultura e Sport “I Fiori”, giunto alla XV edizione. «Il Teatro Masini è un progetto artistico e culturale in continua evoluzione – afferma il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi – ed è un mezzo per valorizzare in chiave culturale la proposta della città. L’anno scorso gli abbonamenti della Prosa sono stati rinnovati al 100%, ed è il segno che questo tipo di proposta funziona».

Andrea Scanzi a Faenza il 17 ottobre

Macbettu, il nuovo spettacolo di Alessandro Serra.

Un teatro per tutti: dai più piccoli agli over 60. Punto forte del Masini sono le Favole, che proseguono ininterrottamente sia d’estate che d’inverno, rappresentando un modello unico in Italia. Il primo spettacolo in cartellone sarà “Le avventure di Pinocchio” il 12 novembre. L’Operetta invece alzerà il sipario il 4 marzo con la compagnia Corrado Abbati, che fa spesso tappa nel teatro faentino. «Il teatro Masini vuole essere un teatro di comunità, aperto a tutti i linguaggi – spiega l’assessore alla Cultura, Massimo Isola – e la risposta che dà il pubblico è importante: i numeri, anno dopo anno, continuano a dimostrarlo». La rassegna Danza ospiterà il 15 dicembre la sua prima opera, “Giselle”, del Balletto di Mosca “Le Classique”. La rassegna Protagonisti verrà invece aperta il 17 ottobre dal giornalista Andrea Scanzi – «bravissimo nel raccontare a teatro i personaggi dello sport e della musica», sottolinea Sintoni – con la prima del nuovo allestimento di “Eroi. Storie emblematiche di sport”. Sperimentazione e teatro contemporaneo: il primo appuntamento della rassegna Al Ridotto sarà “1927 Monologo quantistico” di e con Gabriella Greison. Menzione d’onore anche per la nuova creazione di Alessandro Serra: dopo lo spettacolo vincitore di numerosi premi H+G, porterà in scena un originale “Macbettu”, riproposizione shakespeariana in un suggestivo e antico dialetto sardo.

Il teatro Masini tra le eccellenze europee

Teatro Masini, foto di Raffaele Tassinari.

Un teatro neoclassico, il Masini, che già di per sé, anche senza esibizioni sul palco, è uno spettacolo da vedere. Recentemente il Masini è entrato a far parte tra i 120 teatri europei di maggior pregio, a fianco di altre strutture come il teatro di Vienna o l’Olimpico di Vicenza. «Vogliamo mettere in risalto questo aspetto su cui abbiamo lavorato molto in passato – commenta Benedetta Diamanti, dirigente alla Cultura del Comune di Faenza – La nostra candidatura per la Strada europea dei teatri storici è stata accettata e viene così riconosciuto al nostro teatro il valore che merita per la sua arte e per la sua storia».

Biglietti e novità del Masini 2017/2018

Dal palco a… dietro le quinte: sarà possibile anche quest’anno vedere i propri attori preferiti nel corso degli incontri gratuiti al Ridotto. Il prezzo dei biglietti rimarrà invariato rispetto l’anno precedente. Tra le novità, sarà possibile aggiungere all’abbonamento Protagonisti anche la rassegna del Ridotto con soli 9 euro in più. Inoltre quest’anno si terrà domenica 16 dicembre lo speciale Natale “Teatro sotto l’albero”: sarà infatti possibile regalare per le feste natalizie i biglietti di tutti gli spettacoli di tutte le rassegne del Masini. Il rinnovo per tutte le rassegne andrà da sabato 9 a sabato 30 settembre (domeniche escluse). Sabato 9, 16, 23 e 30 settembre la biglietteria sarà aperta dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. In tutti gli altri giorni, la biglietteria sarà aperta dalle ore 10 alle 13. Sarà possibile effettuare i nuovi abbonamenti di Prosa, Protagonisti e Al Ridotto a partire da sabato 7 ottobre.

La Stagione 2017/2018 del Teatro Masini di Faenza è realizzata grazie al sostegno di Tampieri Financial Group, Shopping Center Conad La Filanda, Sfera (Società Farmacie Emilia Romagna Associate) e Cassa di Risparmio di Cesena.

Rispondi