Ripartono da settembre le attività del circolo Arci Prometeo a Faenza

Con l’autunno tornano anche le attività in presenza del circolo Arci Prometeo. Dopo mesi di chiusura a causa dell’emergenza covid durante i quali le attività sono continuate online, ad eccezione della promozione del Faenza Pride 2021, il circolo Arci Prometeo riapre dal 4 settembre i battenti e promuove una serie di eventi dedicati a varie forme d’arte: pittura, musica e teatro. Tornano inoltre ogni giovedì sera dalle 20.30 i Faenza Board Games Night, serate dedicate al gioco da tavolo in collaborazione con l’associazione Area Games. Per partecipare a tutti gli eventi nel circolo è necessaria l’esibizione del Green Pass.

Le attività in programma da settembre

“Organi rocciosi”, mostra di Filippo Maestroni

Vicolo Pasolini 6 tornerà ad aprire le porte alla cittadinanza a partire da sabato 4 settembre alle  18.30 con l’inaugurazione di “Organi rocciosi”, mostra personale di Filippo Maestroni. Maestroni, classe 1994 originario di Solarolo, si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Bologna indirizzo Pittura ed è attualmente iscritto all’A.B.A.B.O. indirizzo Pittura e Arti Figurative. Collabora, tenendo anche laboratori di disegno, con collettivi e associazioni locali come i Cultunauti, Fatti D’Arte e Art Motel. “Organi rocciosi” è un percorso che raffigura forme antropomorfe di organi umani – cuori, milze, polmoni  – compiere una metamorfosi rocciosa e ossificata e tramutarsi in gusci duri ed impenetrabili solcati da crepe o voragini, formando un binomio di ruvido ermetismo e dispiegata fragilità. Una meditazione pittorica che ambisce a dialogare con una scultura impossibile, là dove la pittura vuole staccarsi dalla superficie del quadro per diventare forma concreta. La mostra sarà visitabile, con esibizione del Green Pass, per tutto il mese di settembre in corrispondenza degli eventi che vedranno aperto il circolo. La serata proseguirà, a partire dalle 21, con le musiche dei Lucas e le sue manie, Lucas Wanderly al basso, Roberto Lepore alla chitarra e Andrea Piccinini alla batteria. La band forlivese dalle sfumature folk e rock nell’elaborazione dei propri testi trae ispirazione dalle atmosfere tropicali del Sud America. La performance sarà arricchita dall’apertura di Matilda Ramoni e dagli intermezzi poetici di Martina Capezzuto. Il concerto è organizzato in collaborazione con l’associazione culturale forlivese A.T.O.N.

“Processo a Dante”, tre serate tra teatro e storia

Nelle settimane successive, all’interno delle manifestazioni per celebrare il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, seguiranno tre serate con spettacolo teatrale a tema storico “Processo a Dante”. Realizzato in collaborazione con la compagnia A.d.E. e il Gruppo Municipale di Faenza, lo spettacolo vede Dante Alighieri sul banco degli imputati, con avvocati e testimoni che in un processo all’americana tenteranno di condannarlo o di scagionarlo per tre accuse: corruzione e ruberie, tradimento della città di Firenze e del Papa, lussuria e licenziosità. Al termine del dibattimento il pubblico presente sarà chiamato a votare e deciderà sulla sorte del Sommo Poeta. Previste anche repliche  mercoledì 8, venerdì 10, sabato 18 settembre, sempre alle ore 20.30 presso il cortile di vicolo Pasolini. Ingresso a offerta libera, previa prenotazione on line ed esibizione del Green Pass.

“Open Mic”, serata per scrittori e cantautori

Il circolo Arci Prometeo chiude la rassegna settembrina proponendo, in collaborazione con A.T.O.N., Open Mic per scrittori e cantautori. Una serata dedicata alla scrittura di musiche e poesie originali. Le iscrizioni potranno avvenire in loco o contattando il circolo sui profili social Instagram e Facebook. Ogni performance avrà una durata massima di 5 minuti e gli artisti sono invitati a partecipare a tutta la serata. Date le disposizioni governative e di Arci nazionale in materia di sicurezza sanitaria, per l’accesso all’interno dei locali del circolo è necessario essere in possesso di Green Pass.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.