Cena itinerante ’22: nel menù anche arte, musica e… l’angolo di litanie di un’icona faentina

Dal 27 al 29 maggio il Distretto A di Faenza si rianima con l’edizione della Cena Itinerante “Facciamo una robina“. Ecco alcuni degli assaggi e delle sorprese di questa edizione 2022.

Cucina etnica e romagnola

Un’occasione in cui vivere il centro di Faenza tornando a quella socialità che il covid aveva fermato. Tantissimi i luoghi accesi dalla musica e da ristoranti aperti. Tra le degustazioni non solo quelle dei ristoranti o dei locali: a casa di Pier in via Fadina 7 è possibile mangiare,  su prenotazione, il thai green curry, la pork salad con scalogno, zuppa di noodles al pollo con aglio fritto della cucina tailandese dei BoungusThai. Per gli amanti della cucina tradizionale romagnola non mancano i passatelli accompagnati da vongole, squaquerone, olio, rucola e limone bruciato seguito da spumini al mascarpone, erba cedrina e fragole al vino di Marè in Piazzetta Carlo Zauli.

Musica e… litanie

Nel distretto anche molta musica, con Beatrice e Giacomo Acoustic Duo e tanti altri, ma anche un angolo insolito. Uno spazio destinato alle litanie realizzate dal Distretto in omaggio di Vincenzina, che diventa così un’icona del quartiere e non solo…Lo avete trovato anche voi?

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.