Cibo e saltimbanchi: nasce Zircus, 4 appuntamenti in Romagna

Nasce Zircus, una nuova esperienza che unisce la convivialità del cibo allo stupore di saltimbanchi. Zircus reinventa il circo, per un’esperienza che unisce la convivialità di pane e vino, con lo stupore dei saltimbanchi. Zircus è un non~circo, ideato da Glenda Costerni, organizzatrice e coordinatrice di eventi, Mattia Verbeni, artista e autista di ambulanze, e Filippo Avvanzini, informatico, che hanno unito le loro passioni e abilità in nuovo format per vivere in maniera inedita le colline di Romagna. Fra luglio e agosto, sono quattro gli appuntamenti in altrettante cantine fra Faenza, Brisighella e Castel Bolognese: Leone Conti, Tenuta Masselina, Cà di Sopra e Podere La Berta. Tutti diversi fra loro, sono stati pensati per scatenare l’immaginazione sull’estate 2021. Ogni volta un prato, una cantina, un ristorante saranno il palcoscenico per musicisti, trampolieri, giocolieri, tutti a KM 0. Gli artisti invitati sono tutti originari di Faenza e zona limitrofe: alcuni giovanissimi, altri con una lunga carriera alle spalle. Ogni sera ci sarà la possibilità di cenare con un menù sempre diverso, e le cantine allestiranno il banco mescita per degustare anche le loro proposte. E non mancherà la scuola di “Piccolo Circo” per bimbi, e non solo.

Si parte martedì 20 luglio alla Cantina Leoni Conti

Il primo appuntamento sarà martedì 20 luglio presso la Cantina Leone Conti, a Santa Lucia, nei dintorni di Faenza. Interverranno Shay Wapniaz, che mixa con una vena umoristica la giocoleria di clave con l’equilibrismo su scala libera, e l’Orchestrina Vico Vecchio, in un viaggio spazio-tempo musicale, dove il passato si mescola col presente perdendosi tra valzer e groove dance. Il programma prosegue il 29 luglio alla Tenuta Massellina di Castel Bolognese con l’esibizione de Il Paggio dei Clerici Vagantes e l’allegria dei Basterdjazz, il 4 agosto presso Cà di Sopra a Marzeno con lo spettacolo di marionette e burattini di All’incirco, e di nuovo i Basterdjazz. La serata conclusiva sarà a Podere La Berta, a Brisighella con lo zio degli artisti di strada Eros Gambeinspalla: divertimento, poesia e bolle di sapone, accompagnato dall’Orchastrina Vico Vecchio.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.