https://cdn.hu-manity.co/hu-banner.min.js

Ottimo bilancio per Argillà 2022: incasso da un milione di euro e quasi 12mila presenze

A inizio settembre Faenza ha ospitato nuovamente Argillà, il festival internazionale della ceramica. E’ stato elaborato il bilancio consuntivo grazie alla ricerca condotta da JFC. Un milione e novantunomila euro l’incasso stimato dalle imprese faentine che si occupano di ospitalità, ristorazione e commercio durante i tre giorni di Argillà Italia 2022, quasi 12mila le presenze dei visitatori.

L’inchiesta economico-culturale

E’ stata condotta da JFC un’inchiesta sul valore economico e culturale di Argillà 2022 con interviste realizzate tra gli stand, le strutture ricettive, bar, ristoranti, negozi e operatori culturali durante il festival. L’edizione si è aggiudicata voti altissimi, in generale tra l’8 e il 9. Il voto medio degli operatori del territorio è pari al 8,99 e superiore a quello attribuito nell’ultima edizione pari a 8,68, il voto medio da parte dei visitatori è pari al 8,6 e il voto da parte degli espositori è pari a 8,5. Sono andate bene anche le vendite degli espositori che, anche se quest’anno erano 50 in meno rispetto al 2018, hanno incassato ciascuno in media circa 2100 euro.

I visitatori: quasi 12mila presenze

La provenienza dei visitatori per il 47% risulta faentino, il 13% dal comprensorio, il 12 % dal Ravennate, 11% dalla restante Emilia-Romagna e il 12% da un’altra regione. Il 3.6% è la quota dei visitatori stranieri. Sold out per 3 giorni per tutte le strutture ricettive che hanno registrato in occasione di Argillà il 60,5% del totale dei nuovi ospiti per un indotto turistico di quasi 12mila persone provenienti da fuori territorio. Anche tutto il comparto culturale della città ne ha beneficiato. Tutti i musei nei giorni di Argillà hanno incrementato le loro visite rispetto alla loro ordinaria attività: la Pinacoteca  ha registrato 150 ingressi, il MIC 1211, il Museo Zauli 500, il Museo del Risorgimento 529 e il Teatro Masini con le sole visite guidate 605.

Il commento di Massimo Feruzzi

“Argillà è un appuntamento straordinario per la città – afferma Massimo Feruzzi, amministratore Unico di JFC e responsabile della Ricerca – in quanto raggiunge i due obiettivi di qualsiasi evento: visibilità e presenze/fatturato. Basti pensare che le imprese faentine che si occupano di ospitalità, ristorazione, commercio, etc. hanno incassato in questi giorni 1milione 882mila Euro: di questi, esattamente il 58,2%, pari ad 1 Milione 091mila Euro, sono stati fatturati grazie all’evento stesso. Argillà ha inoltre generato 4.266 arrivi alberghieri/extra-alberghieri per 11.937 presenze”.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne e poi in Italianistica e Scienze linguistiche all’Università di Bologna. Scrivo per il settimanale Il Piccolo di Faenza. In attesa di tornare definitivamente in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.