Il circuito ciclistico di via Lesi dedicato a Vito Ortelli: il 13 luglio la cerimonia

Faenza dedica gli onori al suo grande e indimenticato campione di ciclismo Vito Ortelli, scomparso nel 2017 all’età di 95 anni. Sabato 13 luglio 2019 alle 18.15, è infatti programmata la cerimonia ufficiale di intitolazione del “Circuito Ciclistico Vito Ortelli”, il circuito ciclistico protetto di via Lesi pensato e voluto da Ortelli stesso in qualità di dirigente sportivo che testimonia il suo grandissimo impegno nei confronti dei giovani.

Assieme alle autorità, presente anche Davide Cassani

Oltre al sindaco Giovanni Malpezzi, all’assessore allo sport Claudia Zivieri e ai familiari, sarà presente alla cerimonia il mondo del ciclismo protagonista della vita di Vito Ortelli prima come corridore professionista al fianco di campioni come Coppi e Bartali, poi come “mago” delle biciclette e infine come dirigente sportivo. Allo scoprimento della targa a testimonianza della riconoscenza perenne da parte di Faenza a Vito Ortelli ci saranno il presidente della società ciclistica Faentina Raffaele Babini, il Ct della Nazionale di ciclismo Davide Cassani insieme a numerosi ex corridori professionisti e ai giovanissimi ciclisti impegnati in gare regionali per quella che si preannuncia essere una vera festa dello sport e dei valori di dedizione e sacrificio del ciclismo, perfettamente incarnati da Vito Ortelli durante la sua lunga vita.

Podio al Giro d’Italia

Già fortissimo tra i giovani al punto da essere soprannominato il “Binda dei dilettanti”, Vito Ortelli ha ottenuto tra i professionisti una quindicina di vittorie. Nel 1946 vinse una tappa al Giro d’Italia e fu leader per sei tappe, chiudendo la corsa sul podio alle spalle di Bartali e Coppi. Due anni dopo fu di nuovo in rosa per altre cinque tappe. Nella sua carriera è stato anche campione italiano e secondo alla Milano – Sanremo. Nel 2003 Vito Ortelli fu premiato come “Faentino sotto la Torre” . Tutti i cittadini sono invitati a prendere parte alla cerimonia.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.