Torna a Faenza l’Europa delle Vap: le vetture a pedali in gara il 5 maggio

Mesi e mesi di preparazione in cui gli studenti hanno fatto squadra tra loro, e con i docenti, per acquisire competenze tecniche, creative e trasversali: il frutto di questo lavoro enterà in scena domenica 5 maggio 2019 in occasione della sfida delle Vap, le vetture a pedali realizzate da studenti di vari Paesi d’Europa. In 30 team si sfideranno sul circuito faentino di via Lesi in una gara che vuole unire tanti giovani all’insegna dei valori che uniscono in quanto cittadini europei. Non si tratta di un evento sporadico, ma di una manifestazione che ha ormai alle spalle una propria tradizione: la gara rappresenta il XII Campionato europeo delle Vap ed è organizzata dall’Unione della Romagna Faentina e dall’Istituto tecnico Bucci di Faenza, con il contributo della Società Ciclistica Faentina e di altre scuole e associazioni locali faentine. Un modo con cui Faenza vuole celebrare anche quest’anno la “Giornata dell’Europa”, che ricorda l’atto di nascita dell’Europa comunitaria (9 maggio 1950). «Questa amministrazione si è impegnata a fare in modo che ci fosse lavoro capillare sulle tematiche europee – dichiara Simona Sangiorgi, assessore alle Politiche educative – La modalità più giusta per lavorare sull’Europa è quella di lavorare insieme alle giovani generazioni e alle scuole del territorio».

Giornata dell’Europa con le Vap: il programma del 5 maggio

Conoscere l’Unione Europea e promuovere la cittadinanza e la nuova identità europea, deve divenire sempre più un obiettivo importante per gli Enti locali, le scuole, e le Istituzione pubbliche e private. A questo scopo il Comune di Faenza organizza “Fare Europa con le Vap”, manifestazione che vede protagonisti gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado del Territorio coinvolti in eventi culturali, sportivi e ricreativi che puntano a percorsi di avvicinamento con studenti provenienti da altri Paesi dell’Unione.

Alle ore 14.30 avrà luogo la cerimonia di apertura con esibizione musicale del Gruppo Ottoni dell’I.C. Carchidio Strocchi, sfilata delle bandiere, alzabandiera e esecuzione dell’Inno Nazionale, saluto delle autorità e presentazione coreografica dei singoli team. La tradizionale gara di Vetture a Pedali (VAP) anche quest’anno si terrà nel Circuito ciclistico di via Lesi/via Cesarolo. La gara avrà inizio alle ore 17 e si concluderà alle ore 19 con la cerimonia di premiazione. «Sarà una vera e bella festa dell’Europa – commenta la dirigente settore Cultura del Comune, Benedetta Diamanti – che proveremo a continuare e far crescere per coinvolgere le giovani generazioni». Le gare faentine delle Vetture a pedali sono state possibili grazie al contributo della Regione, di 11mila euro.

La gara delle Vap: una tradizione faentina

Oltre alla velocità su pista, le vetture a pedali saranno giudicate in base anche all’estetica e alla coreografia con cui verranno presentate, di modo da dare a studenti con attitudini diverse di contribuire al successo della propria squadra. A seguire i team faentini in gara è stato anche quest’anno il prof. Luigi Mariani, ex docente dell’Itip Bucci. «C’è tanta passione dietro questo progetto a cui i ragazzi si dedicano con molto impegno – spiega il docente – Anche per noi professori è davvero bello vedere crescere gli studenti in questo contesto, superando le barriere che a volte si creano nelle aule scolastiche. La vettura dei ‘Carabinieri’, per esempio, ha visto lavorare assieme cinque ragazzi di cinque nazionalità diverse. E’ importante che siano loro i protagonisti di questa gara e imparino dai loro errori, pur divertendosi».

Samuele Marchi

 

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.