Vaccinazioni sala Zanelli: 500 faentini al giorno alla Fiera, 48 somministrazioni all’ora

Dopo il primo momento di sabato, durante la quale cinque medici di famiglia hanno sottoposto alla vaccinazione circa 160 persone, da ieri le porte della Sala conferenze Zanelli del centro fieristico di via Risorgimento, messo a disposizione ai medici di Medicina Generale dal Comune di Faenza, si sono riaperte per la giornata che si temeva essere quella più complicata per l’afflusso di 500 faentini prenotati presso i propri medici di famiglia. Per verificare la rapidità dello svolgimento delle operazioni, assieme a Donatina Cilla, responsabile del Distretto sanitario di Faenza e Luciano Biolchini, coordinatore delle Cure primarie Faenza, anche il sindaco di Faenza, Massimo Isola, per capire se il sistema messo a punto risultasse efficace o se necessitasse di qualche correttivo. Sin dalle 9, in maniera ordinata, tanti faentini si sono messi in fila potendo contare anche sull’ampio parcheggio della Fiera.

Il punto con la responsabile del Distretto sanitario Donatina Cilla

«Da questa settimana – spiega Donatina Cilla – è iniziata la campagna di vaccinazione dei nuclei dei medici del faentino. Temevamo la giornata di ieri per l’alto numero di prenotati invece dobbiamo costatare con estremo piacere che sono tutti in fila in maniera molto ordinata senza alcun assembramento. Ad accogliere gli utenti c’è un addetto per il controllo alla temperatura che poi li invita alla sanificazione delle mani; uno steward li indirizza poi in una zona, in attesa di essere chiamati in sala per la vaccinazione. Prima di potersi allontanare chiediamo alle persone di attendere un quarto d’ora, su poltrone, distanziati uno dall’altro, per verificare che nessuno abbia reazioni allergiche». In questo caso sul posto l’Ausl ha messo a disposizione una borsa di primo soccorso stessa dotazione che hanno i sanitari nelle ambulanze.

La collaborazione tra Amministrazione, Ausl e associazioni di volontariato

Nella grande sale di circa 400 metri quadrati, due medici si alternano in quattro postazioni in maniera tale da velocizzare il flusso delle operazioni. “Come gruppo di medici che hanno un bacino d’utenza di circa 12mila assistiti, vacciniamo 500 persone al giorno, ben 48 l’ora, mantenendo il distanziamento personale, un ottimo risultato”. «Tutto va per il meglio, gli utenti sono molto soddisfatti della rapidità delle operazioni e non sono costretti a file e lunghe attese per essere vaccinati – spiega invece il sindaco di Faenza, Massimo Isola – Questo grazie al lavoro di sintesi fatto nelle scorse settimane tra gli enti coinvolti, Comune, Ausl e medici di famiglia. Come Comune abbiamo messo a disposizione la Sala Zanelli del nostro centro fieristico per far svolgere in piena sicurezza le operazioni di vaccinazione antinfluenzale alla quale migliaia di faentini in questi giorni si stanno e di dovranno sottoporre. Siamo riusciti a mettere in piedi una proposta efficace ed efficiente per i nostri cittadini; ricordo che Faenza è stato il primo comune in provincia a mettere a disposizione una sala al coperto così grande e con un ampio parcheggio a disposizione». A presiedere che le operazioni di attesa e vaccinazione vadano per il meglio l’amministrazione manfreda ha chiesto un presidio da parte dei volontari dell’Associazione nazionale Carabinieri di Faenza.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.