Meta, vuoto, pieno! Oltre 200 ragazzi pronti per Scoutball

Spettacolare, mai banale, avvincente. È il gioco per eccellenza degli scout e, per questo, non poteva che chiamarsi “Scoutball”. Spiegarne le regole non è affatto semplice: un po’ rugby (scopo del gioco è fare meta) un po’ basket (si può palleggiare), un po’ sfida a scalpo cercando di sfilare il fazzolettone dall’avversario. Vedere dal vivo questo gioco è sicuramente il modo migliore per farsi un’idea su come funzioni e l’occasione sarà fornita domenica 2 ottobre nella parrocchia di San Giuseppe dove avrà luogo l’edizione 2016 del torneo di Scoutball di Faenza: un evento che ogni anno coinvolge centinaia di ragazzi dai 12 ai 21 anni della nostra città. Al torneo partecipano i ragazzi dei quattro gruppi faentini dell’Agesci (Associazione guide e scout cattolici italiani): il Faenza 1 con sede a Sant’Ippolito, il Faenza 2 con sede a San Giuseppe, il Faenza 3 di San Marco e il Faenza 4 di San Savino.

A sfidarsi i 4 gruppi di Faenza

scoutball-3Fischio d’inizio dopo la Messa comune delle ore 9. Dopodiché le squadre dei quattro gruppi si sfideranno tra loro suddivise per genere e fasce d’età in quattro categorie: esploratori (12-16 anni), guide (12-16 anni), noviziato (16-17 anni, squadre miste) e clan (18-21 anni, squadre miste). «Al torneo di quest’anno – spiega Alex Gentilini, capogruppo Faenza 2 e uno degli organizzatori dell’edizione 2016 – saranno coinvolti circa una sessantina di ragazzi per ognuno dei gruppi di Faenza. A questi si aggiungerà per la prima volta la partecipazione di un gruppo scout esterno: il clan del Val di Lamone 1, realtà scout nata recentemente nella vallata di Brisighella». Al torneo cittadino vengono consegnati anche premi individuali: Alex Gentilini ha ottenuto il premio di miglior giocatore di noviziato 2003 e il riconoscimento da parte degli esperti del settore come miglior scalpatore di sempre.

“Del proprio meglio: vivere la competizione in stile scout”

scoutball-4Festa, amicizia, incontro. Il Torneo di Scoutball, oltre a un’attività di gioco, vuole anche essere un modo per vivere la competizione sportiva all’interno dei tipici valori scout. «Per stile scout – spiega Luca Ghetti, capogruppo Faenza 2 – si intende vivere il gioco con agonismo e in maniera corretta, privilegiando la qualità dei rapporti con gli altri e facendo ‘del proprio meglio’, come dice uno dei motti della nostra associazione». L’evento si svolge annualmente nel periodo tra settembre e ottobre, poco prima del ritorno alle attività dei singoli gruppi. Unica eccezione nella sua storia: l’edizione 2007, anno che festeggiava i cento anni dello scoutismo, nella quale i capi scout faentini hanno deciso di privilegiare altre attività rispetto allo scoutball. In segno di protesta quell’anno – a sostituzione del Torneo – i ragazzi più grandi del Clan si organizzarono autonomamente realizzando una competizione non ufficiale denominata “Sberlaball“.

Le regole di scoutball

scoutball-6Spiegare le regole di Scoutball non è semplice, ma proviamo a dare qualche informazione di base. Scoutball si gioca a squadre cinque contro cinque, palla al centro e campi di circa venti metri per dieci. Scopo del gioco è fare meta appoggiando la palla per terra al di là della linea di porta della squadra avversaria in maniera ferma e senza scossoni. I giocatori per fare meta possono correre tenendo la palla in mano o palleggiandola. Fin qui tutto semplice. A dare però spettacolarità al gioco sono alcune regole particolari. La porta di meta ha un’area di fronte a sé all’interno della quale non si può entrare se non c’è anche la palla al suo interno: una sorta di fuorigioco per i giocatori per intenderci. Per fare meta quindi, può essere necessario fare lanci lunghi da fuori area e compiere alti salti per riuscire ad afferrare il pallone prima dei difensori. Inoltre ogni giocatore ha un fazzolettone fuori dai pantaloni: se gli viene sfilato con la palla in mano l’arbitro fischia “pieno” e il giocatore scalpato deve uscire dal campo per un certo lasso di tempo. Se invece quest’ultimo non aveva la palla in mano (per esempio palleggiava) l’arbitro fischia “vuoto”: dopo tre volte che un giocatore scalpa in vuoto è fuori. Per cui essere abili scalpatori in scoutball è fondamentale: bastano pochi istanti per trasformare un vuoto in pieno a favore della propria squadra.

«Il bello di questo gioco – spiega Nicola Morsiani, miglior marcatore 2003 noviziato e miglior giocatore e marcatore clan 2004-2005-2006 – è che il regolamento permette a maschi e femmine di giocare assieme. La regola dello scalpo permette a chiunque di poter essere determinante. E’ uno sport che mischia tante discipline e soprattutto regala tantissime emozioni».

Scoutball: video finale Clan 2004

Non solo Faenza: i tornei nazionali

scoutball-nazionale
Una squadra di Faenza ai tornei nazionali scoutball

A suo modo lo scoutball è un gioco nazionale che va oltre i confini cittadini, ma non si disputa in tutte le città allo stesso modo di come si gioca a Faenza. Nelle regole nazionali si gioca a sette, con un campo il doppio più grande e con una palla più piccola con la quale non si può palleggiare. Il torneo nazionale più importante è quello di Bologna, il “Torneo Ico Rosselli“, arrivato nel 2016 alla decima edizione e al quale partecipano 34 squadre provenienti da tutta Italia. Faenza ha partecipato formando una squadra che comprendeva tutti i ragazzi dei quattro gruppi, a cui si aggiungevano anche i capi scout. Dal 2011 al 2015 ai tornei di Bologna la squadra faentina è arrivata quasi sempre ai quarti di finale della competizione.

Il secondo torneo per importanza è quello di Padova, il “Torneo terra di mezzo“, dove Faenza è arrivata seconda nel 2012 e nel 2015, e ha conseguito il primo posto nel 2013 (miglior risultato di squadra). Quest’anno la squadra faentina non parteciperà ai tornei nazionali per mancanza di tempo e per qualche infortunio di troppo. «Il sogno – spiega Nicola Morsiani – sarebbe ricostituire la squadra per il torneo bolognese del 2017 ma ci sono forti dubbi. Le esperienze dei tornei nazionali credo abbiano trasmesso a tutti, e soprattutto ai giovani che ancora fanno il torneo cittadino, un maggior consolidamento dello spirito scout con il quale affrontare questa attività. Il bello è la possibilità di incontrarsi con gruppi provenienti da tutta Italia».

 

Scoutball: L’albo d’oro

torneo-2

Albo d’oro Esploratori (2000-2015)

ANNO VINCITORE
2000 Faenza 2
2001 Faenza 1
2002 Faenza 4
2003 Faenza 2
2004 Faenza 2
2005 Faenza 2
2006 Faenza 1
2007 non disputato
2008 Faenza 2
2009 Faenza 1 – Faenza 3
2010 Faenza 4
2011 Faenza 1
2012 Faenza 2
2013 Faenza 1
2014 Faenza 1
2015 Faenza 1
2016

Albo d’oro Guide (2002-2015)

ANNO VINCITORE
2002 Faenza 2
2003 Faenza 3
2004 Faenza 4
2005 Faenza 3
2006 Faenza 3
2007 non disputato
2008 Faenza 4
2009 Faenza 4
2010 Faenza 4
2011 Faenza 1
2012 Faenza 2
2013 Faenza 3
2014 Faenza 3
2015 Faenza 2
2016

Albo d’oro Clan (2002-2015)

ANNO VINCITORE
2002 Faenza 4
2003 Faenza 2
2004 Faenza 1
2005 Faenza 4
2006 Faenza 3
2007 non disputato e sostituito con il torneo non ufficiale di Sberlaball
2008 Faenza 1
2009 Faenza 3
2010 Faenza 4
2011 Faenza 3
2012 Faenza 3
2013 Faenza 2
2014 Faenza 1
2015 Faenza 2

 

Una foto di Clan del Faenza 2
Una foto di Clan del Faenza 2

Dominatori delle ultime edizioni, i favoriti del pronostico non possono essere che loro. Primo posto per il Faenza 2 nella classifica generale dei tornei di scoutball faentini. Gli scout di San Giuseppe hanno conquistato nel corso degli ultimi anni (le classifiche che potete trovare in questo articolo sono ricostruite sulla base delle targhe premio – a volte incomplete o perdute – e della memoria storica, ndr) ben 12 trofei, di cui due solo nell’ultima edizione.

Gli esploratori del Faenza 1
Gli Esploratori del Faenza 1

A un solo titolo di distanza si piazza al secondo posto il Faenza 1 dominatore nella categoria degli esploratori: negli ultimi cinque anni hanno conquistato ben quattro titoli, di cui tre consecutivi. Mai nessun gruppo finora è riuscito a ottenere un poker di vittorie onsecutive: gli esploratori Fa2 (2003-2005) e le guide Fa4 (2008-2010) si sono fermate a tre vittorie. I successi degli esploratori hanno portato a 11 i titoli del gruppo ospitato a Sant’Ippolito.

Le Guide del gruppo Faenza 3
Le Guide del reparto misto del gruppo Faenza 3

Terzo posto di nome e di fatto in classifica generale per gli scout della parrocchia di San Marco, il Faenza 3, subito dietro al Faenza 1 con 10 titoli. Nel corso degli ulimi anni hanno ottenuto ben cinque successi nella categoria guide ed è il gruppo con più titoli per quanto riguarda la categoria “Master” del Torneo: il Clan, dove sono arrivate ben quattro vittorie, l’ultima delle quali nel 2012. Punto dolente il torneo Esploratori: una sola vittoria nel 2009 peraltro in concomitanza con il Fa1 visto che la finale nonostante il prolungamento dei supplementari è rimasta ferma sul pareggio.

Il Clan del Faenza 4
Un quintetto iniziale del Clan del Faenza 4

La squadra che manca da più tempo da un titolo è il Faenza 4: l’ultima volta fu nel 2010 quando ottenne un magnifico triplete tra esploratori, guide e clan. Da allora però la sorte ha riservato loro un destino beffardo: il gruppo ospitato alla parrocchia del Paradiso è rimasto fermo a 9 titoli, ma chissà che questo non sia l’anno buono per ritornare dopo tanto tempo alla vittoria.

Classifica generale Numero titoli
Faenza 2 12 6 Esploratori

3 Guide

3 Clan

Faenza 1 11 7 Esploratori

1 Guide

3 Clan

Faenza 3 10 1 Esploratori

5 Guide

4 Clan

Faenza 4 9 2 Esploratori

4 Guide

3 Clan

Il Noviziato

Nel conteggio finale di questi dati mancano i titoli riservati al Noviziato. Spesso infatti questa categoria viene abbinata alla categoria superiore del Clan in base alla presenza e al numero dei ragazzi (il Noviziato comprende una sola annata, a differenza delle altre “branche” che coprono almeno quattro anni). Inoltre dal 2006 non sono state più apposte targhe di riconoscimento nel premio: questo ha reso molto difficoltoso, al momento, ricostruire un albo d’oro del Noviziato.

Vista la precarietà delle fonti e i possibili errori compiuti nella difficile stesura delle classifiche, per chiunque volesse contribuire a ricostruire l’albo d’oro storico del torneo cittadino di Faenza (che va ben più indietro degli anni 2000), può contattare la nostra redazione all’indirizzo mail infofaenza@ilbuonsenso.net. Si ringraziano, nel frattempo, Nicola, Alex, Gabriele, Arianna e tutti coloro che hanno contribuito ad aiutarci nel lasciare tracce di questa memoria storica dello scoutismo cittadino. 

Foto: Susanna Banfi

2 pensieri riguardo “Meta, vuoto, pieno! Oltre 200 ragazzi pronti per Scoutball

Rispondi