Andrea Ciani nuovo presidente del Tennis Club Faenza per il periodo 2022-2025

L’avvocato Andrea Ciani è il nuovo presidente del Tennis Club Faenza per il quadriennio 2022-2025. È stato eletto ieri sera, nell’assemblea annuale del circolo di via Medaglie d’Oro, raccogliendo 112 preferenze sui 123 voti espressi dai tesserati.

Il consiglio amministrativo

Faentino di nascita, classe 1977, Ciani subentra a Giancarlo Sabbatani ed è l’ottavo presidente nella storia del club fondato nel 1927 da Teo Gaudenzi. Il nuovo consiglio direttivo proposto dal nuovo presidente ed approvato dai tesserati del circolo, è formato da Roberta Bandini, Cristian Bentivoglio, Isolina Budelazzi, Gian Marco Cova, Francesco Dal Borgo, Graziana Mancinella, Marcello Sportelli ed Alberto Valtieri. Due le caratteristiche principali: l’età anagrafica giovane e la varietà di genere. Per la prima volta, infatti, sono presenti tre donne. L’assemblea annuale del Tennis Club Faenza è stata aperta dal resoconto del bilancio consuntivo 2021, approvato all’unanimità. Malgrado il Covid e le restrizioni annesse, l’anno scorso il circolo faentino ha confermato la sua buona stabilità finanziaria, come sottolineato dal presidente uscente Giancarlo Sabbatani.

Ciani: “un gruppo di persone giovani ed entusiaste”

Nel presentare gli obiettivi del nuovo direttivo, il neo presidente Andrea Ciani ha precisato: «La mia candidatura è l’espressione del mio consiglio: un gruppo di persone giovani, piene di entusiasmo e di voglia di far crescere questo
circolo, che di fatto è un’azienda con grande potenziale e con inevitabili complessità. Partiamo dalla constatazione che da diversi anni il Tennis Club Faenza sia gestito in modo eccellente. Cercheremo di lavorare in continuità rispetto al recente passato, migliorando ove possibile. Pensiamo, per esempio, alla possibilità di produrre dei nuovi servizi per i nostri soci».

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.