La violenza sulle donne è anche a Faenza. Sabato 22 ottobre un incontro al Mic

La violenza domestica non sembra avere età, anche a Faenza. Infatti nel 2015, le donne che si sono rivolte al Servizio Sos Donna – il centro antiviolenza faentino – sono state 177, con una distribuzione demografica che va dai 15 agli 80 anni, con una forte prevalenza di donne tra i 21 e i 60 anni. Una questione delicata, affidata a professionisti e volontari. Ma la prevenzione rimane l’arma più efficace. In quest’ottica si svolgerà l’incontro “io dico no alla violenza in famiglia”, il 22 ottobre alle ore 10,30 presso il Mic. A organizzare l’evento sono la federazione Maestri del lavoro di Ravenna, Anla onlus (Associazione nazionale lavoratori anziani) e Anse (Associazione nazionale seniores Enel), in collaborazione con l’associazione Sos Donna e il patrocinio del Comune di Faenza. Forte presenza di realtà associative per la terza età, dunque, a dimostrazione che il fenomeno non è appannaggio esclusivo delle donne sotto i 60 anni.

Professionisti e società civile contro la violenza in famiglia

I relatori dell’evento sono professionisti e membri a vario titolo della società civile: da Antonella Oriani, presidente dell’associazione Sos Donna di Faenza, a Valentina Montuschi, psicologa e pscicoterapeuta, collaboratrice di Sos Donna, per passare a Carla Baroncelli, giornalista e scrittrice, e a Leonardo Loroni, pediatra e membro dell’associazione Dalla Parte dei Minori. L’incontro sarà condotto dal giornalista e scrittore Antonello Sacchi, responsabile comunicazione di Anla. E’ inoltre prevista la partecipazione degli allievi della scuola comunale di musica Sarti, del gruppo di ballo Ameral e della scuola di Karate “Seishin” per la difesa personale. Il senatore Stefano Collina presiederà assieme al vicesindaco Massimo Isola, l’assessore alle politiche sociali e alle pari opportunità Claudia Gatta, assieme alle rappresentanze della prefettura, polizia e carabinieri.

Sos Donna: una lotta senza sosta

Nel frattempo continua l’impegno di Sos Donna nell’ambito della prevenzione con la 20ima edizione del corso gratuito di autodifesa per sole donne, inaugurato il mese scorso. Il 28 ottobre invece si svolgerà il primo appuntamento del seminario in quattro incontri tenuto dalla psicoterapeuta Luisella Mambrini, dedicato alla ricerca delle cause che innescano la violenza sulle donne, presso la sala delle associazioni “M. Laura Ziani” in via Liderchi 3/a, Faenza. La Relazione di attività 2015 del gruppo Fe.n.ice (centro di ascolto e prima accoglienza gestito da Sos Donna) segnava sette donne entrate in contatto con il Servizio in meno rispetto all’anno precedente: per l’aggiornamento dei dati bisognerà aspettare la Relazione 2016 e il suo verdetto in merito.

Samuele Maccolini

Rispondi