Violenza di genere: anche Sos Donna Faenza tra i progetti finanziati dalla Regione

C’è anche il progetto dell’associazione faentina di Sos Donna Faenza tra le 49 iniziative rivolte al contrasto delle discriminazioni e alla violenza di genere che la Regione Emilia-Romagna ha scelto di presentare in occasione della Giornata internazionale dedicata all’eliminazione della violenza contro le donne, venerdì 25 novembre 2016. Si tratta dei risultati del primo bando per la concessione di contributi, per un totale di un milione di euro, a sostegno di progetti contro la violenza alle donne. L’occasione offre la possibilità di tracciare anche un bilancio sulle attività realizzate nel contrasto alla violenza di genere.

Sos Donna Faenza: nel 2015 hanno chiesto aiuto in 177

L’Unione fa la differenza” è il titolo del progetto proposto da Sos Donna di Faenza che riceverà circa 37mila euro di finanziamenti dalla Regione. Nel 2015 le donne che si sono rivolte al Servizio Sos Donna – il centro antiviolenza faentino – sono state in totale 177 comprensive di tutte le fasce d’età: dai 15 agli 80 anni.

Violenza sulle donne: i numeri del 2016 in Emilia-Romagna

Le donne accolte nei tredici centri antiviolenza del Coordinamento regionale dal 1 gennaio al 31 ottobre 2016 sono in totale 2.930. Di queste, 2.739 hanno subito in modo diretto violenza (93,5%). Quelle che si sono recate per la prima volta a un centro antiviolenza sono 2.094, pari al 76,3% di tutte coloro che si sono rivolte ai Centri. Di queste, 751 sono di provenienza straniera (36,4%). Le madri sono 1517, pari al 77,4%. I figli che subiscono violenza sono pari al 55,2% (1440).

Nel corso del 2016, il 65,2% delle donne (1.365) ha subito violenze fisiche; il 43,2% ha subito violenze economiche (905); il 13,9% ha subito violenze sessuali (291); il 92,6% ha subito violenze psicologiche (1940). Le donne ospitate nella case rifugio al 31 ottobre scorso sono state complessivamente 192, i figli/e 191. Le notti di ospitalità di donne e figli/e sono state complessivamente 35.550, in media 92,8 giorni di ospitalità per donna e figli/e, in leggera diminuzione rispetto al 2015, anno in cui la media di notti è stata pari a 113,6 giorni.

Rispondi