I numeri della colletta alimentare di Sos Donna Faenza alla Coop ‘I Cappuccini’

L’associazione Sos Donna, centro antiviolenza di Faenza, era presente al supermercato Coop “I Cappuccini” di Faenza nella giornata del 12 ottobre 2019, dalle ore 8.30 alle ore 19, per una raccolta di solidarietà in supporto alle donne che subiscono violenza, ospiti nelle case rifugio dell’Associazione. Le volontarie del centro antiviolenza erano presenti con un punto informativo per sollecitare e sensibilizzare ancora una volta la cittadinanza a una riflessione sulla violenza alle donne, distribuendo inoltre, a chi si recava a fare la spesa alla Coop “I Cappuccini”, una lista con l’elenco degli alimenti e dei beni di prima necessità che potevano essere donati a Sos Donna dai clienti della Coop.

Raccolte 278 confezioni di riso e pasta

Le volontarie e le operatrici del centro antiviolenza sono rimaste piacevolmente colpite dalla generosità dimostrata dai cittadini e dalle cittadine di Faenza che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa dimostrando ancora una volta la loro fiducia nei confronti del progetto della nostra Associazione. Durante l’intera giornata sono stati donati: 278 confezioni di riso e pasta, 291 prodotti alimentari in scatola (passata di pomodoro, tonno, legumi, olio), 189 prodotti per la prima colazione, 83 prodotti per l’infanzia e circa 108 prodotti per l’igiene della persona e della casa. Tutti i prodotti raccolti saranno destinati alle donne e ai bambini e bambine ospiti nelle strutture a indirizzo segreto gestite dall’associazione e alle donne in uscita dalla violenza che si rivolgono al centro antiviolenza Sos Donna e ne hanno la necessità.

Nel 2018 sono state 220 le donne accolte dall’associazione

L’azione di Sos Donna-Servizio Fe.n.ice (sportello voluto dal Comune di Faenza, Assessorato Pari Opportunità) sul territorio comprensoriale faentino ha visto, nel 2018, 220 donne accolte e, dal primo gennaio 2019 ad oggi, più di 170 donne si sono già rivolte a noi. Sos Donna, associazione nata a Faenza l’8 marzo 1994, si occupa di fornire un servizio di prima accoglienza a donne che si trovano in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza, gestendo dal 2000 anche il servizio comunale Fe.n.ice, centro di ascolto e prima accoglienza per le donne in stato di disagio e maltrattate. L’attività di assistenza e ascolto si coniuga a quella di sensibilizzazione e prevenzione tramite l’organizzazione di eventi, pubblicazioni e corsi di formazione.

Le volontarie e operatrici del Centro Antiviolenza Sos Donna di Faenza ci tengono a ringraziare pubblicamente la Coop Alleanza 3.0 per l’opportunità che è stata data alla nostra Associazione. Ringraziano inoltre sentitamente, anche a nome delle donne e dei bambini e bambine accolte dal centro antiviolenza Sos Donna, tutte le cittadine e i cittadini di Faenza per la generosità dimostrata durante la raccolta di solidarietà di sabato 12 ottobre 2019 e per il sostegno che continuano a dare al centro antiviolenza della nostra città.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.