A Smart Domotics il riconoscimento Speciale Microsoft del Premio Marzotto

Una startup faentina nell’olimpo dell’innovazione italiana. A Roma, nel corso della finale dell’ottava edizione del Premio Marzotto che si è svolta giovedì 22 novembre 2018, Smart Domotics ha festeggiato la trasformazione in Pmi innovativa aggiudicandosi uno dei riconoscimenti più ambiti, il Premio Speciale Microsoft. Questo è l’ennesimo riconoscimento per la tecnologia Smart-Dom – un sistema di controllo del risparmio energetico semplice, immediato e accessibile a tutti – dopo tra gli altri Unicredit–Start Lab, Bmw-Mobilità Sostenibile, Aruba-Programma Elite. «Si tratta del riconoscimento più ambito e più sfidante – racconta Raffaele Borgini, Ceo Smart Domotics – possono partecipare solo società che hanno raggiunto una determinata soglia di fatturato e vantano tra i propri azionisti aziende già affermate. E’ anche per questo che il primo ringraziamento, oltre alla giuria Speciale Microsoft che ci ha scelto, va ai nostri partner e investitori Onit Group, MCOnWeb, e CGS Consolidamenti».

Smart Domotics: una delle startup più premiate d’Italia

La startup incubata presso RomagnaTech sta vivendo un periodo di forte crescita imprenditoriale. Il progetto nasce a fine 2013 e il focus è la domotica, ovvero l’applicazione dell’informatica e dell’elettronica alla gestione dell’abitazione. I primi due anni di lavoro a sviluppo e test e poi nel 2016-2017 ha iniziato a vendere al pubblico. Per arrivare poi a mete sempre più ambiziose. «E’ stato sicuramente un 2018 da ricordare per noi – continua Raffaele Borgini – che è partito con la campagna di crowdfunding svolta in febbraio sulla piattaforma CrowdFundMe, chiusa in anticipo per raggiunto limite massimo di investimenti. Questo ci ha reso una società molto solida e capitalizzata, fattore non trascurabile nel settore delle Pmi italiane. Le nostre soluzioni sono state scelte in questo anno da nuovi clienti prestigiosi, come leader mondiali nel settore auto, moda, grande distribuzione. E soprattutto da molti nuovi partner propongono Smart-Dom per rendere più efficienti i propri prodotti, come pompe di calore, led, ascensori, quadri elettrici e rifasatori, facility management. Questo è il vero segnale di credibilità delle nostre soluzioni e della nostra società, che è stata la più premiata nella storia della innovazione del mercato Clean Tech in Italia».

Intervista a Raffaele Borgini, Ceo di Smart Domotics

Cosa fa della vostra soluzione un prodotto unico?

“Crediamo che il passaggio vincente sia dare modo a clientela e partner di trasformare la digital energy in concreto risparmio energetico, qualunque sia il tipo di cliente o di edificio dove si installa. Grandi trend di mercato come smart mobility, smart grid, industria 4.0, efficienza energetica, per affermarsi devono diventare vero vantaggio economico e competitivo. Smart-Dom è innovativo per questo, dati e integrazione impiantistica diventano in modo semplice risparmio”.

Come?

“Attraverso una soluzione completa, che parte dal monitoraggio consumi singoli e generali e parametri ambientali; che mette poi a disposizione tutti i dati significativi e lavorabili su una piattaforma semplice e personalizzabile, con formule, report e indici di efficienza; e che effettua automazioni per l’efficienza con un software di cui siamo proprietari. Inoltre una soluzione con una installazione nel quadro elettrico di ogni edificio non invasiva e semplice, che favorisce il compito degli elettricisti partner”.

Per trasformarsi in risparmio concreto è proposta a un prezzo competitivo?

“Esatto. Molto competitivo. Di certo avere un prezzo inferiore ai competitor ha favorito il nostro successo, e questo è possibile grazie ai nostri fornitori e partner, tutti italiani. E’ una caratteristica dirompente del nostro modello di business”.

Quali sono i mercati con le prospettive di crescita più immediate?

“Direi senza dubbio quello dell’energy management, dove già siamo tra i leader e dove ci sono normative per la diagnosi energetica obbligatoria per le imprese energivore. Ma si stanno sviluppando anche i mercati della smart home, e del microbusiness, come negozi, hotel, ristoranti, uffici. Proprio questa settimana Smart Building Italia ha premiato Smart-Dom come miglior sistema di gestione energia dell’edificio. E ha centrato il punto; per qualunque edificio, il nostro è un sistema di gestione energia che si ripaga davvero, con un costo sempre proporzionato alla bolletta, per la sua totale scalabilità e flessibilità. Voglio fare l’esempio di una banca nostra cliente per chiarire il concetto: sta installando nelle filiali più piccole e nella sede generale, perchè la nostra soluzione ha un senso economico in entrambe le situazioni, è un investimento redditizio. In questo siamo unici in Italia”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.