Mei 2017: gli Skiantos festeggiano i 40 anni di carriera in piazza del Popolo a Faenza

Gli Skiantos ad animare piazza del Popolo, dove festeggeranno i 40 anni di carriera. Comincia a delinearsi il programma del Mei, il Meeting delle etichette indipendenti che annualmente si tiene a Faenza e che ha visto recentemente premiare Brunori Sas come miglior artista indipendente del 2017. La città romagnola si trasforma come ogni anno nel punto di riferimento della scena indipendente italiana, contenitore imprescindibile di spunti, confronti e musica. Dal 29 settembre all’1 ottobre tanti appuntamenti musicali e quest’anno grande novità con la poesia ad affiancare la musica.

Venerdì 29 settembre: la valorizzazione della tradizione

Come ogni anno, la prima giornata è dedicata alla valorizzazione delle tradizioni musicali romagnole, con Ambrogio Sparagna a Casa Spadoni e il laboratorio sulle cante romagnole, con le corali del territorio romagnolo e un gruppo di giovani allievi musicisti del folklore romagnolo. Mentre al Giradischi si fara’ l’omaggio a Lucio Battisti con Leo Pari e tanti altri artisti.

Sabato 30 settembre la premiazione di Brunori Sas al Masini

Protagonista del secondo giorno di evento è Brunori Sas, artista indipendente dell’anno, miglior artista Pimi del 2017, live al Teatro Masini. Il Pimi è coordinato dal giornalista musicale Federico Guglielmi. Insieme si terrà un primo “premio dei premi”, una vetrina dei giovani artisti che hanno vinto i festival dedicati ai piu’ noti cantautori in Italia tra i quali Premio Lauzi, Premio Bindi, Premio Luttazzi, Premio Buscaglione, Premio Parodi, Premio Cesa e tanti altri. In apertura ci sarà la presentazione in anteprima dell’album di Braschi, giovane emergente romagnolo arrivato alla fase finale dell’ultimo Festival di Sanremo nell’area Giovani, metnre in chiusura toccherà al nuovo album di Leo Folgori.

Gli Skiantos in piazza del Popolo con special guest

In Piazza del Popolo doppio appuntamento con i 40 anni degli Skiantos, festeggianti con special guest e duetti a sorpresa con ospiti clamorosi e con il Premio Freak Antoni, dedicato alla memoria del grande leader della band da poco scomparso. A coinvolgere il pubblico, inoltre, l’energia della Banda Rulli Frulli insieme ai Perturbazione . Ma in serbo ancora tante sorprese.

Il Mei si conferma casa accogliente per quando riguarda i più importanti contest e premi d’Italia, preziosi momenti di selezione e promozione del sottobosco nostrano. Tra gli altri, suoneranno sul palco del Corona e del Laderchi i vincitori dei festival della Rete dei Festival presieduta da Guido De Beden nella serata di sabato e domenica: il microfono dell’artista di Sprea Editore e Classic Rock, Voci per la Libertà, Medio Basento, Varigotti Festival, Vicenza Rock Contest, Geometrie Sonore, Pagella Non Solo Rock, Taranto Rock, Roccaling e tantissimi altri. Tra gli Ospiti Filippo Dr. Panico, l’autore di “Portami al MEI”, colonna sonora portante della manifestazione.

La poesia incontra il Mei

Nel sabato del Mei 2017 nasce il progetto Independent Poetry, un progetto che vuole fare incontrare n uova musica e nuova poesia. #POETRY in collaborazione con il Mei, il più importante festival italiano delle etichette indipendenti ed emergenti – che apre le sue porte alla poesia per uscire dal tradizionale mainstream musicale e cercare nuovi stimoli per le nuove musiche del nostro Paese – sta organizzando per il prossimo 30 settembre 2017 una lettura poetica che si svolgerà negli angoli del centro storico della città di Faenza. Gli autori saranno ospitati per la lettura dei loro testi dai locali commerciali, come bar e ristoranti, e da associazioni e circoli e altre realtà aderenti all’iniziativa come gli esercizi commerciali che aderiscono e che metteranno a loro disposizione microfoni e amplificazione. I poeti leggeranno le loro poesie per strada, sotto i portici, sui marciapiedi, a contatto con la gente. Tra i primi ospiti Gio Evan che si esibirà a mezzanotte di sabato 30 settembre al Ridotto del Teatro Masini.

Sarà premiato anche il miglior video musicale indipendente

Alla Galleria della Molinella andrà in scena du presentazioni internazionali con la Win, l’associazione mondiale dei discografici indipendenti, Jamendo, il piu’ importante portale di diffusione di musica per emergenti in Europa totalmente gratuito e un incontro sul tema delle classifiche a cura di Musica & Dischi con Mario De Luigi e il cantautore Zibba, e Fabrizio Galassi e Giuseppe Piccoli di Sei tutto l’indie di cui ho bisogno condurranno un dibattito sui temi dell’hype e dei nuovi influencer, con ospiti legati alle più rilevanti realtà social dell’ultimo anno.

Insieme al Pimi, si terra’ nuovamente il Pivi, premio dedicato alle produzioni videoclip indipendenti, coordinato da Fabrizio Galassi, che ha appena fatto uscire la short list dei Top 30, dai quali si scegliera’ il videoclip indipendente dell’anno che sara’ premiato il sabato sera 30 settembre.

La mattina sarà dedicata invece alla formazione per i giovani musicisti con i seminari Adastra, conoscere il mercato musicale per capirlo ed affrontarlo nel migliore dei modi. Relatori Riccardo de Stefano e Giuliano Biasin della cooperativa Esibirsi, che tratterà i temi della fiscalità legata alla professione dell’artista. Mentre sia sabato che domenica per tutte le band emergenti si terra’ il tradizionale Campus Mei per l’ascolto di tutte le band emergenti che porteranno il loro materiale per un ascolto e una guida per il futuro da parte degli operatori, degli artisti e dei giornalisti di settore.

Mei 2017: tanti appuntamenti

Ad accogliervi alla stazione di Faenza ci sarà EdicolAcustica, rassegna acustica in trasferta da Grosseto, con interviste ed esibizione di alcuni artisti e un bel’info-point con tutte le informazioni. Festeggerà 15 anni di attività L’Altoparlante, con il suo 50° minifestival e la presentazione della sua compilation, inoltre ci sarà un palco per Mi Sento Indie, il progetto di Materiali Musicali, Irma Records e Radiocoop, che presenta artisti come Daniele Isola e Cortex, per il circuito dei festival folk di It-Folk che presentera’ le migliori produzioni folk come Mi Linda Dama, Luigi Palumbo & Aquarata, Dia Duit , recenti vincitori del Premio Nazionale Folk & World, mentre ospite guest sara’ Enrico Capuano con la sua Tamurriata Rock, un porimo palco workshop con la scuola di musica Cosascuola di Forlì insieme a Cafim e altri distributori e produttori musicali per una due giorni di corsi musicali per musicisti e live direttamente sul ‘palco, mentre al PalaLaderchi si conferma l’area hard rock e heavy metal curata da Michelangelo Naldini dei Comvergence e al Palazzo delle Esposizioni e alla Fiera di Faenza ci saranno l’area rap e l’are per dj producer ceh l’anno scorso laureo’ Ghali come artista emergente dell’anno. E poi tanti altri spazi in contemporanea per una grande giornata di musiche emergenti declinate in tantissimi stili.

Ampio spazio sarà dedicato alla musica emergente dal vivo, selezionata dalla Rete dei Festival, completamente dedicati ai migliori giovani artisti del Paese e i punti Buskers dislocati nel centro della città in collaborazione con Spaghetti Unplugged. Infine, per due giorni nell’area della Piazza della Molinella si terra’ l’Area Expo’ e Incontri tra gli Operatori del Settore, che sta riscuotendo gia’ molte adesioni.

Rispondi