Sicurezza in bici: la IIB Strocchi realizza una segnaletica per educare i faentini

Studenti che educano gli adulti all’uso corretto della bicicletta per le strade: nei prossimi giorni 120 cartelli di segnaletica stradale sull’uso corretto della bicicletta verranno installati nelle piste ciclabili di tutta Faenza. I cartelli sono stati realizzati dalla IIB dell’istituto Persolino-Strocchi, realtà scolastica che da anni collabora con enti e istituzioni per sviluppare progetti grafici con enti, istituzioni e realtà private, consentendo agli studenti di mettere alla prova le proprie capacità su tematiche molto importanti, non solo per loro.

Non andare in bici sotto i portici, usare la pista ciclabile se presente, rispettare i sensi unici: sono questi alcuni dei messaggi su cui hanno voluto lavorare gli studenti dell’istituto, passando poi dalla teoria alla pratica realizzando nove differenti tipologie di cartelli – ognuno dei quali con un messaggio ben preciso – e che verranno stampati per un totale di 120. L’iniziativa è stata presentata ufficialmente in una data significativa: la settimana del Festival della Comunità educante che si tiene a Faenza dall’8 al 15 aprile. «Si tratta di una felice collaborazione – spiega l’assessore Andrea Luccaroni – in cui i ragazzi educano gli adulti invitandoli ad assumere comportamenti corretti, creando una sorta di circolo virtuoso. Le vittime degli incidenti stradali sono spesso gli utenti deboli della strada, pedoni e ciclisti, e ciò è dovuto in parte al comportamento a volte distratto che si ha in bicicletta».

I giovani studenti della classe IIB Strocchi hanno realizzato il progetto

La presentazione del progetto con la stampa locale e gli studenti della IIB Strocchi.

L’istituto Persolino-Strocchi in questi anni si è impegnato molto sulla sicurezza stradale: l’anno scorso sono stati realizzati dei cortometraggi sulla sicurezza pedoni, mentre il prossimo anno promuoverà le attività del Piedibus. «Come scuola – precisa la professoressa Marilena Benini della IIB Grafico – siamo soliti ad avere queste collaborazioni con esterni. Quest’opportunità ha una doppia valenza educativa, perché oltre a lavorare concretamente sulle loro competenze i ragazzi si possono confrontare con dei temi civili, autoeducandosi. A realizzare questi lavoro sono poi stati studenti giovanissimi, di 15 anni (in particolare Veronique e Francesco, ndr) che hanno iniziato a progettarlo già l’anno scorso, e hanno lavorato in completa autonomia e noi siamo molto contenti del risultato finale».

In tutto 120 cartelli segnaletici a Faenza

«Questo progetto – precisa Paolo Ravaioli della Polizia municipale – si inserisce nel quadro delle azioni del Comune di Faenza del Piano sicurezza stradale che ha portato in città diversi interventi, come per esempio quelli in via Fornarina, viale Stradone, e via Vittorio Veneto, cofinanziati a livello regionale. Un’azione del progetto era dedicata anche alla formazione e alla informazione legata al mondo dei ciclisti. Sebbene la segnaletica rivolta alle biciclette sia già codificata e tutti la devono conoscere, si è pensato a un ulteriore lavoro di formazione attraverso dei messaggi con una segnaletica differente e più efficace, coinvolgendo il mondo della scuola». Circa il 70% dei 400 incidenti in territorio comunale ha coinvolto l’anno scorso utenti deboli (pedoni, ciclisti). Dei 27 morti a Faenza nel 2017, cinque erano ciclisti. Ecco dunque che, per far scendere questi numeri, sono proprio i giovani studenti del Persolino-Strocchi a cercare di educare i faentini a un uso corretto della bicicletta.

Un pensiero riguardo “Sicurezza in bici: la IIB Strocchi realizza una segnaletica per educare i faentini

Rispondi