Scarpette rosse, eventi e spettacoli per contrastare la violenza di genere

Scarpette rosse a simboleggiare l’impegno, portato avanti giorno dopo giorno, per contrastare la violenza contro le donne. Dall’11 al 29 novembre 2019 sarà infatti possibile vedere nella sede dei Servizi alla Comunità (ex Servizi sociali) al secondo piano del complesso ex Salesiani una quindicina di scarpette in ceramica realizzate da alcuni artisti locali. Dal 2017 infatti l’AiCC (associazione italiana Città delle ceramiche) ha lanciato l’idea di far realizzare a ceramisti e artigiani delle scarpette rosse che poi vengono esposte in luoghi simbolici della città, aiutando così a far parlare di questa tematica. La scarpa rossa identifica, da alcuni anni, la campagna di lotta contro la violenza sulla donna e il femminicidio, che si concretizza, ogni anno, nella giornata internazionale del 25 novembre. Il progetto vuole essere un atto e una testimonianza forte, iconica, creativa su un tema di altissimo valore umano e sociale, con la realizzazione da parte dei ceramisti di scarpe rosse d’artigianato artistico da collocare ed esporre in vari contesti, espositivi e urbani.

Le scarpette rosse esposte agli ex Salesiani, ai Servizi per la Comunità

«L’idea è di creare, dopo questa esperienza, un’installazione permanente all’interno di questi spazi – spiega l’assessore Claudia Gatta – che rappresentano un luogo d’incontro importante per denunciare queste tematiche, che spesso rimangono rinchiuse nel silenzio delle mura domestiche». Oltre a questa esposizione, è stato presentato il cartellone di eventi che unirà tutti i Comuni della Romagna faentina per contrastare la violenza di genere attraverso appuntamenti di teatro, cultura e danza. Sabato 7 dicembre l’associazione Fatti d’arte organizzerà in piazza del Popolo una performance teatrale coinvolgendo giovani adolescenti.

Sos Donna: tutte le iniziative per la Giornata contro la violenza di genere 2019

Visita guidata alla mostra di Picasso

Grazie alla collaborazione con il Museo Internazionale della Ceramica di Faenza, verrà proposta la visita guidata Io non cerco, trovo. Le figure femminili nella ceramica di Picasso, percorso con uno sguardo al femminile sulla mostra Picasso. La sfida della ceramica ospitata presso il Mic di Faenza. Sabato 16 novembre alle ore 17.30 al Mic in viale Alfredo Baccarini 19, Claudia Casali, direttrice del Museo ci guiderà tra la passione di Picasso per questo materiale e le figure femminili che lo hanno ispirato. L’ingresso al percorso guidato è di  5 euro e non è necessaria alcuna prenotazione.

Nome di donna: il 26 novembre al cinema Sarti

Martedì 26 novembre sarà la volta dell’ormai tradizionale cine-aperitivo in collaborazione con il Comune di Faenza. Alle ore 20.30 al cinema Sarti di Faenza (via Scaletta 10) le volontarie di SOS Donna offriranno un aperitivo a tutte e tutti gli intervenuti. Alle ore 21 verrà proiettato in sala Nome di donna, un film del 2018, diretto da Marco Tullio Giordana con Cristiana Capotondi, Valerio Binasco, Stefano Scandaletti, Michela Cescon e Bebo Storti. Nina è una giovane donna che si trasferisce in Brianza dove trova lavoro in una residenza per anziani. La quiete ritrovata è interrotta dalle avance e l’abuso di potere del direttore della struttura. Decisa a denunciarlo, Nina deve fare i conti con l’omertà delle colleghe. Il film ha ottenuto una candidatura ai Nastri d’Argento. L’ingresso alla serata è a offerta libera e il ricavato andrà a finanziare le attività del Centro Antiviolenza Sos Donna di Faenza.

Al Ridotto lo spettacolo del gruppo “Grandi Manovre”

Inoltre domenica 15 dicembre alle ore 21 l’associazione Sos Donna in collaborazione con il gruppo teatrale “Grandi Manovre” presenterà lo spettacolo Pezzi di vetro; coordinamento e messa in scena di Loretta Giovannetti con la partecipazione degli attori e delle attrici di FO Emozioni (12 gruppi forlivesi per il Teatro). Lo spettacolo, che andrà in scena presso il Ridotto del Teatro Masini di Faenza (piazza Nenni 2), ha l’obiettivo di sensibilizzare e denunciare ogni forma di violenza contro le donne. Le attrici e gli attori che si alterneranno sul palco per le diverse scene sono: Massimo Biondi, Marco Casadei, Angela Conti, Alessandra Cucchi, Silvia Dall’Ara, Francesca Fantini, Anna Benedetta Sanfilippo, Mattia Solfrini, Chiara Tison, Laura Zecchini e Romina Zoli. L’ingresso allo spettacolo è di 12 euro e sarà possibile acquistare le prevendite a partire dal 15 novembre presso l’Associazione Sos Donna telefonando allo 0546/22060 o inviando una mail a info@sosdonna.com.

A Brisighella il film L’affido

Venerdì 8 novembre ore 20.30 alla sala Cicognani (Viale Giovanni Pascoli 1) a Brisighella: proiezione del film “L’affido. Una storia di violenza” (90′), anno 2017, Francia. Regia di Xavier Legrand con Denise Ménochet, Léa Drucker e Thomas Gioria sul tema dell’affido congiunto, la violenza intra-familiare e la violenza assistita. Premiato con il Leone d’Argento e il Leone del Futuro all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, “rivela la violenza sotterranea, le paure taciute, le minacce sommesse” vissute da migliaia di donne, in tutto il mondo. Genere: drammatico. Serata organizzata in collaborazione con Associazione Sos Donna, Centro Antiviolenza di Faenza. Ingresso a offerta libera il cui ricavato servirà a sostenere il Centro Antiviolenza Sos Donna di Faenza.

Aperitivo contro la violenza a Casola

Venerdì 22 novembre ore 19.30 alla pizzeria Incontro (via Roma 64) di Casola Valsenio: Aperitivo contro la violenza, serata organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale e artistica “I Creativi sopra la Media” di Casola Valsenio, con la partecipazione dell’Associazione SOS Donna. Il ricavato sarà devoluto al Centro Antiviolenza per sostenere le donne ed i loro figli. E’ previsto un omaggio a tutte le donne intervenute offerto dai Creativi sopra la Media.

L’amore rubato: letture e performance di Danza a Castel Bolognese

Lunedì 25 novembre ore 21 alla chiesa di S. Maria della Misericordia (via Emilia Interna 86/A) a Castel Bolognese: letture e performance di danza “L’amore rubato”. Letture dal libro di Dacia Maraini “L’amore rubato” (Rizzoli 2013) e performance di danza realizzata dalle associazioni Agorà, Danza &…Danza, a cura di Romagna Danza. Allestimento curato dall’associazione L’Angolo. Le volontarie dell’Associazione SOS Donna interverranno durante la serata per presentare le attività del Centro Antiviolenza. Ingresso offerta libera, il ricavato sarà devoluto in favore del Centro Antiviolenza.

La danza a Solarolo per contrastare la violenza di genere

Mercoledì 27 novembre ore 20 al Palazzo Municipale di Solarolo – Sala del Consiglio Comunale (Piazza Gonzaga 1): Letture. Evento organizzato in collaborazione con la Scuola di Danza Arabesque. Letture di brani sul tema della violenza contro le donne, intervallati da performance di danza realizzate dalle ballerine della scuola. Le volontarie dell’Associazione Sos Donna interverranno durante la serata per presentare le attività del Centro Antiviolenza.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.