Cultura, bandiere e festa finale: tutto pronto per la 14^ Sagra del Pellegrino al Rione Rosso

Due conferenze culturali in Pinacoteca, un torneo delle bandiere con il meglio dei campioni nazionali e una grande festa conclusiva in piazza Rampi: sono queste le iniziative per la 14^ edizione della Sagra del Pellegrino organizzate dal Rione Rosso di Faenza. Dopo aver portato nella scorsa edizione alla pubblicazione del libro su giostre e palii di Romagna del prof. Dalmonte, la parte culturale della Sagra sarà quest’anno dedicata proprio al pellegrinaggio visto in due aspetti distinti. Nel primo appuntamento venerdì 5 aprile, alle ore 18 in Pinacoteca, don Tiziano Zoli, incaricato regionale per la Pastorale del Turismo, tratterà l’evolversi del pellegrinaggio nelle sue varie forme dal medioevo ai giorni nostri. «Negli ultimi anni – spiega Zoli – si è avuto un incremento di interesse per le vie dei pellegrini, che si sono messe in rete a livello regionale in un’ottica di sana promozione turistica. Oggi come ieri l’uomo è ‘homo viator’ e si mette in cammino per cercare se stesso e vivere il tempo in maniera piena e autentica».

Il 17 aprile incontro in Pinacoteca con Claudio Casadio

Il secondo incontro è mercoledì 17 aprile, sempre alle ore 18 in Pinacoteca, con il direttore dell’istituto Claudio Casadio che racconterà lo studio nella storia e nell’arte della ‘fiasca del pellegrino’, «uno dei simboli caratteristici nel corredo da viaggio – commenta Casadio – e che ha origini antichissime, anche oltre tremila anni fa, a testimonianza di come l’uomo si sia sempre mosso in pellegrinaggi».

13° Torneo del Pellegrino: tanti campioni

Sabato 27 aprile si entrerà poi nel vivo degli aspetti agonistici della manifestazione con il 13° Torneo del Pellegrino, ormai diventato un punto di riferimento per sbandieratori e musici di tutta Italia: in tutto saranno 14 i gruppi storici a sfidarsi in piazza Rampi a partire dalle ore 15 nelle gare della Piccola Squadra, Coppia e Singolo. Presenti diversi campioni nazionali, oltre al campione italiano ‘di casa’ Raffaele Rampino, spiccano Andrea Baraldi e Giacomo Malagoli di Ferrara e gli sbandieratori degli altri quattro rioni faentini.

Alla conclusione della gara delle bandiere nella corte rionale avrà inizio dalle ore 19.30 il consueto ‘Beer Festival’ con birre artigianali accompagnate da hamburger e musica; oltre alla premiazione dei vincitori con ceramiche di Luciano Sangiorgi.
«Riteniamo importante – aggiunge il sindaco Giovanni Malpezzi – sostenere i rioni nel loro ruolo sociale, e il Rione Rosso si distingue da diversi anni per la promozione culturale che fa a tutta la città».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.