Riapre il Mic: mostra di Alfonso Leoni prorogata al 10 ottobre

Dopo 2 mesi di chiusura al pubblico,  il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza riaprirà le porte al pubblico con un nuovo orario settimanale: dal 27 aprile, dal martedì al venerdì dalle 14 alle 19 e sabato e domenica dalle 10 alle 19 (con prenotazione obbligatoria) e con apertura straordinaria del 1° maggio dalle 10 alle 19. Per l’occasione la mostra “Alfonso Leoni. (1941-1980) Genio Ribelle” è stata prorogata fino al 10 ottobre. Riprogrammate inoltre le visite guidate alla mostra del venerdì (ore 18) con soli 3 euro oltre il prezzo del biglietto e con prenotazione obbligatoria.

Claudia Casali: “Cultura e Musei grandi valori per il territorio”

“Ripartiamo dalla cultura, dai musei e dal loro valore per le comunità e il nostro territorio. Ci sono tante belle realtà nella nostra Regione che hanno messo in campo programmi importanti per il proprio pubblico. Visitiamo i musei e sosteniamoli, visitate il MIC e sostenetelo attraverso la MIC Card e il 5×1000, piccoli gesti dal profondo significato – afferma la direttrice del MIC, Claudia Casali -. Tante sono le attività del MIC programmate per i mesi a venire con importanti realtà culturali del nostro territorio (penso ad Accademia Perduta che avrà una decina di spettacoli nel nostro cortile, così come ERF e la Scuola di Musica Sarti con 6 concerti). Una sorpresa attende poi il nostro pubblico: dal 22 maggio una nuova sezione dedicata al design, assente da oltre 30 anni dalle sezioni permanenti del MIC”.

Prorogata la mostra di Alfonso Leoni al 10 ottobre

Grande soddisfazione anche per la riapertura della mostra di Alfonso Leone, che dalla sua inaugurazione – il 1 ottobre dell’anno scorso –  è rimasta aperta solo un mese e mezzo e per permettere a tutti la visita, è stata prorogata ulteriormente al 10 ottobre 2021.  Questa un’occasione unica per scoprire un assoluto protagonista dell’arte contemporanea, un genio talentuosissimo e ribelle, purtroppo prematuramente scomparso. La mostra è il frutto di un lungo lavoro di ricerca, a cura di Claudia Casali e dell’Archivio Leoni, che ha raccolto per la prima volta in una antologica tutto il lavoro dell’artista, con l’obbiettivo di analizzare la ricca e intensa produzione dedita non solo alla ceramica ma anche ai diversi linguaggi della contemporaneità (pittura, grafica, design, scultura). Il 13 maggio con Aldo Rontini (ore 18) si conclude il ciclo delle visite guidate “Ricordando il maestro Alfonso Leoni” tenute dagli allievi di Leoni. (Prenotazione obbligatoria. Le persone già precedentemente prenotate hanno la precedenza sulla nuova prenotazione).

Possibilità di visite guidate alla mostra di Alfonso Leoni e al Museo per gruppi su prenotazione anche in mattinata. Info: 0546 697311, info@micfaenza.org

Francesco Ghini

Vivo a Faenza e mi occupo di ricerca biomedica e comunicazione scientifica. Ho conseguito un dottorato di ricerca in Medicina Molecolare presso l'Istituto Oncologico Europeo di Milano e numerose partecipazioni a conferenze internazionali come speaker. Parallelamente, ho seguito come direttore artistico la realizzazione dell'evento Estate di San Martino a Piacenza (2012 e 2013) e ho maturato una forte esperienza nell'ambito della comunicazione e dello storytelling. Nel 2014 ho aperto Buonsenso@Faenza e da questa esperienza, nel 2018, è nata l'agenzia Buonsenso Comunicazione. Amo il teatro, i film di Cristopher Nolan, i passatelli e sono terribilmente curioso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.