Rekico, in attesa del big match con Cento, torneo agrodolce a Imola

La Rekico Faenza non riesce ad aggiudicarsi la prima edizione del torneo benefico “Un due tre stelle” di Imola per “colpa” della differenza canestri che la condanna al terzo posto, alle spalle di Andrea Costa Imola e della vincitrice Virtus Spes Vis Imola, organizzatrice dell’evento. Dopo aver vinto una combattutissima partita contro l’Andrea Costa 45-42 i faentini perdono 41-51 con la Virtus Spes Vis, che a sua volta era caduta nel derby imolese 49-54.

Simone Aromando miglior giovane del torneo

La classifica finale ha dunque visto tutte e tre le contendenti con una vittoria (la formula del torneo prevedeva ogni partita della durata di due tempi da dieci minuti ciascuno con eventuali supplementari e l’uscita dal campo al raggiungimento dei tre falli commessi) e decisivo è stato il successo con 10 punti di scarto della Virtus Spes Imola contro i Raggisolaris. Soddisfazione per Simone Aromando, premiato come miglior giovane del torneo (nella foto di copertina, ndr).

Questo torneo è servito alla Rekico per prepararsi al big match casalingo di domenica 7 gennaio contro la capolista Baltur Cento, in programma alle 18 al PalaCattani. Nel palasport faentino è previsto il pubblico delle grandi occasioni e potrebbe essere superato il record di presenze nella storia dei Raggisolaris di 1.300 persone, registrato lo scorso anno proprio contro Cento.

I tabellini del torneo “Un due tre stelle”

Andrea Costa 42
Rekico 45
(21-19)
IMOLA: Bell 15, Alviti 3, Maggioli 6, Cai, Wilson 2, Prato 3, Toffali 2, Rossi, Penna 8, Simioni 3. All.: Cavina.
FAENZA: Aromando 4, Perin 4, Silimbani 4, Benedetti, Venucci 9, Iattoni, Pagani 9, Milosevic, Chiappelli 13, Brighi 2. All.: Regazzi.

Virtus Spes Vis 51
Rekico 41
(25-32)
IMOLA: Dalpozzo 6, Dal Fiume 3, Boero 6, Nucci 8, Creti, Casadei 7, Ranocchi 7, Sassi, Sangiorgi 2, Zhytaryuk 12. All.: Tassinari.
FAENZA: Aromando 5, Perin 11, Silimbani 7, Benedetti, Venucci, Iattoni 11, Pagani 2, Milosevic, Chiappelli 5, Brighi. All.: Regazzi.

Rispondi