A Faenza il derby con Lugo, e la Rekico ora pensa in grande

Serata da incorniciare per la Rekico Faenza. La vittoria con Lugo per 88 a 74, oltre a portare l’en plein di successi nei sei derby romagnoli disputati, apre nuovi scenari in classifica. I risultati delle dirette concorrenti, mantengono i Raggisolaris al quarto posto insieme a Lecco, ma a soli due punti di distanza da Piacenza e a quattro da Crema, la seconda della classe, attesa al PalaCattani nell’ultima giornata. Nelle restanti quattro gare di campionato dunque si può pensare in grande.

L’Orva Lugo parte forte, ma la Rekico prende le giuste contromisure

In un PalaCattani vestito a festa come era prevedibile, Rekico e Orva non tradiscono le aspettative, con gli ospiti che partono forte portandosi sull’8-2 al 7’, sorprendendo i cugini con un gioco veloce e imprevedibile. I faentini però riordinano presto le idee e iniziano a segnare con continuità, ed è un canestro dell’ex Chiappelli a regalare il 22-11, anticipo del 26-11, che sarà anche il massimo vantaggio manfredo della gara. Lugo pare subire il contraccolpo psicologico, poi si affida al tiro da fuori e con Rubbini e Moretti si spinge fino al 34-39. Basta però che la Rekico dia nuovamente fuoco alle polveri, che con Iattoni e Pagani ritrova il vantaggio in doppia cifra: 45-34. Grande protagonista del primo tempo è anche Venucci che oltre a segnare da ogni posizione, regala assist al bacio ai compagni.

Il 24 marzo l’ultimo match prima della sosta pasquale

Al rientro dall’intervallo, la Rekico non mostra la solita intensità e così Rubbini ne approfitta sparando triple con grande precisione. Prima trova la parità sul 50-50 poi il vantaggio: 53-52. Nessun problema però per i Raggisolaris, perché ci pensa capitan Benedetti a rispondere con la stessa moneta: il suo tiro da tre vale il 59-55, mini allungo che risulterà decisivo. La Rekico infatti prende in mano l’inerzia e non concede più nulla, andando in fuga con la schiacciata di Silimbani del 66-57, difendendo poi con grande attenzione e catturando ogni rimbalzo nato dagli errori al tiro dell’Orva, che non trova più la fluidità offensiva del terzo quarto. A far calare il sipario è Perin (nella foto, ndr), che con 7 punti consecutivi chiude i conti sul 76-64. Nel finale c’è gloria anche per Petrini, ala classe 2000, che proprio allo scadere segna il suo primo canestro in serie B. Nel prossimo turno la Rekico ritornerà in campo sabato 24 marzo alle 20.30 in casa della Lissone Interni Bernareggio poi il campionato si fermerà per la pausa pasquale. Al rientro dalla sosta i faentini riceveranno la Gordon Olginate, domenica 8 aprile alle 18.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.