Raffaella Reggi torna a Faenza: supervisionerà le ragazze del Tennis Club

Il Tennis Club Faenza riporta a casa Raffaella Reggi, vera e propria icona dello sport faentino. Ex tennista ai massimi livelli mondiali e oggi apprezzata telecronista e commentatrice per l’emittente satellitare Sky Sport, “Raffi” tornerà nel circolo dove è nata tennisticamente con il ruolo di responsabile del settore agonistico femminile, ma sarà coinvolta anche nel settore maschile. Insomma, le si chiede una supervisione tecnica generale. In particolare si occuperà di tutte le ragazzine più promettenti dai dieci anni in su, ma non mancherà di “osservare” anche i ragazzi più forti. Il suo ritorno nel circolo di via Medaglie d’Oro non si farà attendere tanto. Già in giugno, assieme alla maestra Flora Perfetti, Raffaella Reggi parteciperà a stages dedicati alle migliori allieve ed ai migliori allievi under 10, under 12 e under 14 (il 9-10 giugno per il settore femminile, il 16-17 giugno per il settore maschile). Gli stages verranno poi ripetuti in luglio e settembre.

Carlo Zoli: “Vogliamo fare il salto di qualità”

«Il ritorno di Raffaella Reggi mi riempie di orgoglio e di soddisfazione – dichiara Carlo Zoli, presidente del Tennis Club Faenza – Sono convinto che in questo modo potremo consentire alla nostra Scuola Tennis di realizzare un ulteriore salto di qualità in grado di renderla competitiva ai massimi livelli. Sono certo che saremo in grado di costituire un autentico centro di attrazione per bimbi, ragazzi e tennisti, sia da formare, sia già formati».

«Sono estremamente contenta di tornare a casa mia, nel circolo dove sono cresciuta da bambina – commenta Raffaella Reggi – Poter rientrare con la direzione tecnica di tutte le ragazze è motivo di orgoglio, mi spinge a mettermi in discussione. Sono pronta ad affrontare questo impegno assieme a Flora Perfetti, che conosco da molti anni: è stata con me anche in nazionale, quindi ci conosciamo molto bene, non c’è niente da scoprire dal punto di vista della professionalità. Ci sarà molto da lavorare, ma ciò non mi spaventa affatto».

Raffaella Reggi, prima italiana a conquistare un torneo del Grande Slam

Nata a Faenza il 27 novembre 1965, Raffaella Reggi si è distinta fin da bambina sui campi del circolo di via Medaglie d’Oro, dove ha iniziato a giocare a soli cinque anni. Trasferitasi ancora adolescente in Florida, nella prestigiosa scuola di Nick Bollettieri, è divenuta professionista già nel 1981, dopo aver vinto il torneo juniores Orange Bowl. Nel 1985 ha trionfato agli Internazionali d’Italia disputati a Taranto, sia in singolare che in doppio. L’anno seguente si è aggiudicata gli US Open nel doppio misto in coppia con lo spagnolo Sergio Casal, diventando la prima italiana a conquistare un torneo del Grande Slam. Nel 1984 ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles, sconfitta in semifinale da Steffi Graf. Il 25 aprile 1988 ha ottenuto il suo high in carriera, arrivando al 13º posto del ranking Wta.

Bimane nel rovescio, grintosa e resistente, “Raffi” ha fatto parte della nazionale femminile di Federation Cup dal 1982 al 1991. E ha partecipato a ben tre Olimpiadi: nel 1984 a Los Angeles, nel 1988 a Seul (dove ha battuto Chris Evert) e nel 1992 a Barcellona, poco prima di ritirarsi. In tutto ha vinto cinque tornei di singolare (1985 Internazionali d’Italia, 1986 Lugano e Porto Rico, 1987 San Diego, 1990 Taranto) e quattro di doppio (1985 Internazionali d’Italia, 1988 Tampa Open, 1991 Generali Ladies Linz, 1986 US Open in doppio misto). In seguito è stata per qualche anno capitana non giocatrice della nazionale femminile, vincendo con questa rappresentativa l’europeo del 2000.

Rispondi