Ponte delle Grazie: partono dal 15 luglio i lavori per i marciapiedi ciclopedonali

Al via lunedì 15 luglio 2019 a Faenza i lavori di allargamento dei due marciapiedi del Ponte delle Grazie, che collega il centro della città con il Borgo Durbecco. I due marciapiedi diventeranno ciclopedonali, con uno spazio riservato ai pedoni e uno per i ciclisti. Entrambi i marciapiedi saranno portati a una larghezza di 290 centimetri e saranno rialzati rispetto alla sede stradale (mediamente di 14-18 cm.). Saranno inoltre delimitati da un cordolo in travertino che riprende gli elementi del ponte. L’utilizzo per i velocipedi sarà a senso unico e una linea gialla, con idonea simbologia, evidenzierà gli spazi da utilizzare. Nella carreggiata stradale le corsie di marcia per i veicoli avranno una larghezza di 3 metri e 30 centimetri, mentre il percorso ciclabile sarà largo 140 cm. e quello pedonale un metro.

I lavori da 100mila euro, dureranno 4 settimane

A separazione della sede stradale dallo spazio riservato ai ciclisti, sul bordo del marciapiede sarà posizionato un cordolo in gomma riciclata di colore grigio, costituito da elementi componibili smontabili, di peso molto inferiore rispetto a un cordolo in pietra (travertino) o in cemento, per non aumentare i carichi gravanti sulla struttura del ponte. L’inserimento di un cordolo in gomma, inoltre, non vincola in maniera definitiva l’aspetto estetico del ponte, che potrà, eventualmente, in futuro essere oggetto di riesame.

Le modifiche alla viabilità

I lavori inizieranno sul marciapiede lato monte, poi proseguiranno su quello lato valle. Per garantire la sicurezza durante tutto l’intervento, sul ponte sarà istituito un senso unico di marcia con direzione centro storico, mentre il ponte sarà chiuso al traffico in direzione Borgo. Il transito dei pedoni sarà invece sempre consentito su uno dei due marciapiedi. I lavori, per un costo complessivo di 100mila euro, saranno eseguiti dalla ditta Sear di Cesena e saranno portati a termine in circa quattro settimane: la conclusione è infatti prevista prima di ferragosto.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.