Poderi Morini di Faenza ottiene la Clessidra d’oro per 3 vini

L’azienda vinicola Poderi Morini di Faenza ottiene ancora nuovi riconoscimenti a livello nazionale. Questa volta si tratta del premio “Clessidra d’oro” rilasciata da Oliovinopeperoncino, che fa capo alla rivista di enogastronomia Egnews, all’interno del progetto «Il Vino per tutti». La guida online “Il Vino per tutti”, firmata da Francesco Turri, Piero Rotolo e Gianpietro Comolli, nasce cinque anni fa puntando al coinvolgimento del mercato italiano presentando in modo semplice e schematico i vini di centinaia di aziende. Poderi Morini, rappresentata da Alessandro Morini, ha ritirato il premio in occasione del Soave Versus, la tre giorni dedicata al Soave che si è svolta a Verona dal 30 agosto al 2 settembre.

Premiati i vini Rubacuori, Innamorato e Augusto

L’attestazione è stata assegnata non per un vino in specifico ma è stato conferito all’azienda in riferimento al giudizio dato alla produzione presentata nell’ultimo anno. Produzioni in bottiglia che hanno raggiunto punte di eccellenza con 92 punti (su 100) per i propri vini: Rubacuori, Innamorato e Augusto. Le clessidre sono assegnati in base al punteggio ottenuto: Clessidra Silver punti da 85 a 86, Clessidra Gold da 87 a 89, Clessidra Platinum da 90 a 100. Il criterio è quello dei concorsi internazionali dall’Oiv (Organisation International de la Vigne et du Vin).

L’azienda faentina è nata nel 1998

L’azienda nasce dall’idea del padre Natale Morini, noto imprenditore avicolo e agricolo faentino, nel 1998. D’allora è diventata una realtà grazie all’entusiasmo, serietà e costanza di Alessandro e di sua moglie Daniela che hanno scommesso nel progetto di produzione di vini di qualità con ricerca e valorizzazione dei vitigni locali e con l’intento di far conoscere e raccontare l’universo enologico della terra di Romagna.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.