Piscina comunale: donato un sollevatore che aiuterà le persone disabili

Un accesso più facile in piscina per tutti gli utenti che hanno difficoltà motorie. Con l’avvio dei corsi 2018/19 nella piscina comunale di Faenza è stato inaugurato un nuovo ausilio a servizio delle persone con disabilità. Si tratta di un sollevatore fisso posizionato nella vasca terapeutica dove da anni si svolgono le attività rivolte agli utenti dell’Associazione sportiva Disabili Faenza e i corsi di riabilitazione offerti dal Centro Sub Nuoto club 2000 Faenza. Il nuovo sollevatore elettrico, dotato di sedile, è frutto di una donazione del Moto club Winter Bikers Faenza all’Associazione sportiva Disabili (Asdd).

Anna Maria Mainetti: “Donata la possibilità di svolgere attività sportiva in acqua a tante persone”

«Abbiamo deciso di destinare l’intero importo della donazione ricevuta dai Winter Bikers Faenza per un nuovo ausilio a servizio dei nostri utenti – dichiara la presidente dell’Asdd, Anna Maria Mainetti – e, più in generale, a servizio delle persone con disabilità che frequentano la piscina comunale. Il sollevatore consente infatti un accesso più agevole alla vasca anche a coloro che hanno problemi motori temporanei. Questa generosa donazione degli amici Winter Bikers consolida una relazione già avviata nei mesi scorsi in occasione del Campionato regionale di nuoto Fisdir, quando – ricorda la presidente Mainetti – i motociclisti donarono la maglietta ricordo per tutti i partecipanti alla gara federale in memoria di Enrico De Giovanni. Oggi, con questa seconda donazione, si rinsalda una collaborazione fra la nostra associazione e i Winter Bikers che, grazie al loro prezioso lavoro sociale, donano alle persone con disabilità la possibilità di svolgere attività sportiva e motoria in acqua».

Roberto Carboni: “Attenti alle esigenze delle persone”

«Ringraziamo i Winter Bikers per questa donazione – continua il presidente di Nuova Co.G.I. Sport, Roberto Carboni – che qualifica ulteriormente la piscina comunale di Faenza. La struttura è da sempre attenta alle esigenze delle persone: l’impianto di Faenza è infatti privo di barriere architettoniche e aderisce al progetto Comunicazione aumentativa e alternativa C.A.A. “Fare leggere tutti”. Ci fa inoltre piacere – conclude Carboni – proseguire la decennale collaborazione con l’Associazione sportiva disabili che è un punto fermo della nostra cooperativa».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.