Si suona jazz alla Pinacoteca di Faenza con Branford Marsalis

La diciottesima edizione del SaxArts Festival porta sui palchi di Faenza, Russi e Tredozio musica jazz e sassofonisti da tutto il mondo. I concerti dell’edizione 2016 si svolgeranno dal 13 al 17 luglio e proporranno al pubblico diverse novità importanti tra cui l’ingresso del festival, per la prima volta, nelle sale della Pinacoteca Comunale di Faenza dove sabato 16 luglio, a partire dalle ore 21:15, sarà ospitato il concerto del SaxArt Project, che con “Equilibri da turbare” propone una rilettura di pagine classiche e jazz con Branford Marsalis, Marco Albonetti e un ensemble di talentuosi sassofonisti provenienti da tutto il mondo.

Branford Marsalis terrà inoltre una masterclass rivolta sia ai sassofonisti classici che jazz: un evento unico che il SaxArts Festival propone a Faenza, al Ridotto del Teatro Masini, nel corso della giornata di sabato 16 luglio. «Ho sempre compiuto delle scelte artistiche che tenessero conto del legame umano che i musicisti che invitavo avevano con me – racconta il direttore artistico Marco Albonetti – un modo per rinnovarlo, e dare a questi giorni un’energia che diventa linfa vitale per tutti».

Chi è Branford Marsalis: collaborazioni con Davis, Sting, Spike Lee

Vincitore di tre Grammy Award e di un Tony Award, Branford Marsalis è nato a New Orleans nel 1960 ed è uno tra i sassofonisti più acclamati del nostro tempo, un musicista capace di spaziare con grande disinvoltura attraverso i linguaggi musicali e di superare le barriere tra i generi, dalla classica al pop e, naturalmente, al jazz. Il sassofonista nella sua carriera ha avuto modo di realizzare moltissimi dischi a proprio nome, con una predilezione particolare per la formula del quartetto, una formazione molto compatta e stabile nel tempo. Le sue collaborazioni sono sempre state di altissimo livello e rappresentano la prova evidente della grande curiosità e dell’apertura stilistica che i partecipanti alla masterclass potranno sperimentare in prima persona. Tra le altre esperienze, Branford Marsalis ha suonato, infatti, nel celebre disco Decoy di Miles Davis, ha preso parte al gruppo con cui Sting ha realizzato gli album The Dream of the Blue Turtles e Bring on the Night, è stato leader della band residente del The Tonight Show with Jay Leno ed ha collaborato con il regista Spike Lee. Il sassofonista, inoltre, fa parte di una delle dinastie più importanti del jazz, vale a dire la famiglia Marsalis: Branford è fratello del trombettista Wynton, del batterista Jason e del trombonista Delfeayo ed è il figlio del pianista Ellis Marsalis.

Rispondi