Oltre 3mila persone a Faenza per i giovani schermidori che si sono sfidati al PalaCattani

Si è svolta per il terzo anno a Faenza la 3^ prova federale interregionale riservata alle categorie under 14 sia maschili che femminili del Gran Premio Giovanissimi, di spada, fioretto e sciabola, che ha visto sfidarsi all’interno del  Palacattani  oltre 760 giovani schermidori dai 10 ai 14 anni, provenienti da tutto il nord-est dell’ Italia, sulle 24 pedane da scherma allestite per l’occasione. Ventuno gli atleti del Circolo Ravennate della Spada schierati sulle pedane allestite al PalaCattani. L’oro, per la società giallorossa, arriva da Anna Casamenti, categoria giovanissime, a conclusione di una competizione che la vede protagonista già dalla fase a gironi, insieme alle gemella Alice, che dovrà fermarsi nel tabellone degli ottavi di finale. Elena Antonucci, categoria Bambine, raggiunge il terzo gradino del podio fermata per l’accesso alla finale dalla vincitrice della gara;

Presenti anche 18 schermidori del circolo Placci di Faenza

«Nella gare di spada, hanno partecipato anche diciotto giovani schermidori del nostro Circolo Scherma G.Placci di Faenza, ottenendo ottimi piazzamenti» spiega la presidente del circolo manfredo Benedetta Palombi. La Federazione Italiana Scherma ha riposto grande fiducia nella nostra società, confermandoci l’organizzazione di questa gara, che ha visto incrementare il numero di iscritti. I numerosi complimenti ricevuti per l’organizzazione ci confermano che tale fiducia è stata ampiamente ripagata.

Presenti all’inizio delle giornate di gara anche l’assessore all’associazionismo e volontariato Andrea Luccaroni e l’assessore allo sport Claudia Zivieri, che hanno portato l’augurio delle istituzioni della città per una competizione all’insegna dell’amicizia e del fair play. Durante le giornate di gara hanno presenziato in rappresentanza della Federazione Italiana Scherma il consigliere nazionale Alberto Ancarani, il consigliere nazionale Salvatore Lauria, il presidente del Comitato Regionale Daniele Delfino e il presidente del Comitato regionale Veneto Guido di Guida. Ad alcune delle 18 premiazione oltre alla autorità cittadine e federali, hanno presenziato il presidente del Panathlon club Faenza Daniele Piolanti, unitamente ad alcuni consiglieri dell’associazione faentina.

Si è sfidato a Faenza il meglio dello scherma under 14: oltre 760 giovani

Una delle caratteristiche che ha contraddistinto questa gara, ancora una volta è stato il momento delle premiazioni: le coppe sono state realizzate in ceramica, ideate, create e personalizzate per l’occasione da una bottega ceramica locale. I primi otto classificati di ogni categoria sono tornati a casa conservando oltre al bel ricordo della gara, anche un ricordo tangibile della nostra città, confermando quel legame tra sport e arte che da sempre contraddistingue le nostre iniziative. A tal proposito, si è stipulato anche una convenzione con il Museo Internazionale delle Ceramiche, per dare la possibilità ai nostri ospiti di visitare il Mic a tariffa agevolata.

«Abbiamo stimato – concludono gli organizzatori – un’affluenza di oltre 3mila persone, il 20 % in più rispetto allo scorso anno. Questo a conferma che la nostra organizzazione ha funzionato nel migliore dei modi. Le regioni coinvolte, oltre all’Emilia-Romagna, sono Veneto, Lombardia, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia e le convenzioni stipulate con hotel e agriturismi, ci hanno confermato che hanno alloggiato nella nostra città oltre 600 persone, anche in questo caso con un incremento del +20%. I complimenti ricevuti e i sorrisi orgogliosi e soddisfatti degli oltre 760 giovani partecipanti ci danno il giusto spirito per proseguire con la passione e l’entusiasmo che quotidianamente cerchiamo di trasmettere ai nostri piccoli schermidori, per continuare a crescere insieme a loro».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.