Notte del liceo Classico: anche David Riondino a Faenza per la grande festa del 17 gennaio

Eventi culturali, rappresentazioni teatrali, musica: è un menu ricco e vario quello con cui il liceo Classico Torricelli-Ballardini apre le porte a tutti i faentini in una grande festa che vuole mostrare come questa scuola sia molto di più che ‘manuali vecchi e polverosi’ da studiare o paradigmi da ricordare. Torna venerdì 17 gennaio 2020, per la sua VI edizione, la Notte nazionale del liceo classico, evento che si svolge in contemporanea in tutta Italia e che vuole promuovere l’attualità e il valore del liceo Classico attraverso attività aperte al pubblico. L’evento, che si svolgerà nella sede di via Santa Maria dell’Angelo 1, avrà inizio alle ore 18 con i saluti istituzionali e proseguirà fino a mezzanotte con diversi appuntamenti che spaziano da convegni immaginari, concerti, performance di danza tutti legati dal fatto di saper unire gli studi classici con l’attualità. Tra i momenti principali della Notte faentina, alle ore 21 “Tana liberi i classici!” a cura del cantautore e scrittore David Riondino.

Liceo Classico: una scuola ancora attuale

«Vorrei sottolineare soprattutto il grande impegno con cui gli studenti hanno preparato questo appuntamento – spiega Marisa Pierri, docente e coordinatrice dell’evento – Hanno avuto modo di mettersi in gioco legando quello che studiano ogni giorno in aula a tante altre attività culturali: danza, musica e teatro, per esempio. Quello che proporranno il 17 gennaio è una vera e propria festa aperta a tutta la città». Un liceo Classico, dunque, tutt’altro che ancorato al passato, e che invece propone ai propri studenti un percorso per conoscere e capire la complessità del presente. «Questa iniziativa vuole mostrare come gli studi classici non rimangono nel campo dell’astratto o del nozionistico – prosegue Pierri – ma possono essere messi in pratica nella quotidianità e nella vita di tutti i giorni». E dopo un periodo di calo di iscrizioni, iniziative come quella della Notte del liceo Classico, negli ultimi anni, sembrano dare i propri frutti. «L’anno scorso siamo riusciti a istituire due sezioni e anche quest’anno speriamo di poter avere una quarantina di iscritti».

Gli eventi in programma venerdì 17 gennaio

Tra gli eventi: alle 18.30 in programma la presentazione di “Una volta”, singolo d’esordio di Sveva Pia Laterza; l’esibizione dell’Ensemble d’Archi della scuola Sarti, l’attività “Non è il classico gioco” in collaborazione con gli alunni dell’istituto Don Milani e Filosofandia, attività a cura della 2Ac in collaborazione con gli alunni dell’istituto Strocchi.

Alle 19, “Ulisse alla sbarra” a cura della 1Bc e “Nei libri in punta di piedi”, performance di danza della scuola Dance Studio diretta da Luna Ronchi. Alle 20 “L’eterno dolore”, una rilettura de Le troiane e l’istruttoria a cura del laboratorio teatrale del liceo; “Sguardi stranieri sulle scuole” a cura degli alunni di 2Ac e la conferenza “Il realismo fantastico di Dario Fo”, a cura del dirigente Luigi Neri.

Alle ore 21, oltre al monologo di David Riondino, andrà in scena “Xenia” a cura della 3Ac. Alle 22 “Romanzindanza”, performance di danza a cura di Faenz’a Danza diretta da Federica Zani; “Biciclette e cadaveri” a cura della compagnia ‘Amici dell’Europa’; “Una storia sbagliata” evento su Pasoli e De André a cura di Michele Bandini e Letizia Di Deco; “Canto I del Purgatorio”, lettura a cura degli alunni di 2Ac.

Alle ore 23 è in programma il “Convegno immaginario” a cura degli alunni di 2Ac e “Verba loquor socianda chordis”, una selezione di lirici greci e latini in musica a cura degli alunni di 4Ac, 4Bc, 5Ac, 1Ac, 2Bc. Alle ore 23.30 la lettura finale, in contemporanea a tutti i licei d’Italia, del prologo dell’Agamennone di Eschilo.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.