I premiati del corteo storico del Niballo: la dama vincitrice è Elena Dal Monte del Nero

E’ Elena Dal Monte a conquistare il prestigioso premio del Liocorno come miglior figura femminile del corteo storico del Niballo. Nel corso della sfilata di domenica 23 giugno la Deputazione del Palio ha assegnato alla dama del rione di Porta Ravegnana il premio più ambito del corteo storico.

Il premio è assegnato alla dama a seguito dalla valutazione dell’acconciatura e dall’armonia del viso, in particolare per l’«insieme della nobile figura e della perfetta corrispondenza tra la bellezza del volto e l’appropriata acconciatura». Elena Dal Monte vince così l’opera realizzata quest’anno dall’artista Mirta Carroli. Il premio è offerto dalla Cooperativa ceramica di Imola.

«Sono nata a Faenza il 6 agosto del 1999 – aveva raccontato nei giorni scorsi- La mia famiglia è storicamente tifosa del Rione Nero e grazie a loro sono entrata a far parte di questo mondo. Attualmente lavoro come segretaria, sono appassionata di basket, e seguo il Faenza. Poter rappresentare il Nero è una grande emozione e un grande onore».

Un viaggio nella storia con oltre trecento figuranti: il periodo storico rinascimentale preso in considerazione dalla rievocazione storica del Palio del Niballo va dal 1410, con la signoria di Gian Galeazzo Manfredi a Faenza, fino ad Astorgio III del 1501, quando quest’ultimo venne sconfitto dal duca Valentino, Cesare Borgia.

Il miglior figurante è il medico Lionello Vittori (Rione Rosso)

E’ il medico Lionello Vittori del rione di Porta Imolese, interpretato da Claudio Ossani e presentato per la prima volta proprio quest’anno, a vincere il premio come miglior figurante del Niballo. La Deputazione ha assegnato questo premio «Per la tipicità e storicità del soggetto e per il portamento adeguato al suo casato».

A Piero Tamburini (Rione Giallo) il Premio all’Araldo

Piero Tambruni del rione Giallo è il miglior araldo che ha accompagnato il corteo storico. Il premio è offerto dal Baldini Group. La Deputazione ha assegnato il premio «Per la novità del testo in ottave ariostesche che ben si inserisce nell’epoca di cui si tratta».

Al termine della giostra del Niballo sarà assegnato il premio al miglior responsabile scuderia offerto dalla famiglia Gorini in memoria di ‘Bobo’ Gorini, al rione che ha ottenuto più scudi tra le giostre della Bigorda e del Niballo.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.