Presentazione della monografia su Mona Lisa Tina al Museo Zauli di Faenza il 3 dicembre

Venerdì 3 dicembre 2021 alle 18.30 verrà presentata la monografia dell’artista visiva e arte terapeuta Mona Lisa Tina con un volume dal titolo “Dalla poetica del dolore alla politica dell’amore”, edito da vanillaedizioni, curato da Livia Savorelli, con testi di Matteo Zauli e Stefano Ferrari. Interverranno, oltre alla stessa Mona Lisa Tina, anche Matteo Zauli e Livia Savorelli.

“Dalla poetica del dolore alla politica dell’amore”

Manifesto della poetica dell’artista, la monografia rivela le due anime dell’esistenza di Mona Lisa Tina: la dimensione dell’Arte Terapia e quella della performance. Il volume ripercorre la sua più che decennale ricerca artistica fino alle esperienze più recenti, come la performance realizzata al Museo Carlo Zauli di Faenza nel 2020, “(Non)posso fare a meno di me”. Commenta così l’arte di Mona Lisa Tina il fondatore del Museo Carlo Zauli, Matteo Zauli: “L’arte, spesso, è uno strumento di viaggio dentro noi stessi. […]. Ogni opera, dunque è al tempo stesso portatrice di una verità propria e disvelatrice di una realtà soggettiva […]. L’esperienza di contatto con l’opera d’arte, dunque, è paragonabile ad entrare in un tempio, in un’architettura, che attraverso il proprio valore evocativo ci conduce sempre di più nella profondità di noi stessi. Mona Lisa Tina è una vestale di questo tempio, che, come tale, conduce il visitatore del tempo al fuoco sacro ed inestinguibile del senso che l’espressione artistica ha da sempre per l’uomo; come una vestale utilizza la propria presenza, il proprio corpo, la propria gestualità per facilitarne l’entrata, per stabilire una relazione istintiva, immersiva e intima con l’altro. Un lavoro costantemente alla ricerca di un rapporto profondo ed emotivo con il proprio pubblico, terreno sul quale nascono le prime analogie con l’opera di Zauli”.

Chi è Mona Lisa Tina

Artista e arte terapeuta, Mona Lisa Tina vive e lavora a Bologna. Nata a Francavilla Fontana (BR) nel 1977, si è
diplomata nel 2005 in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna e si è specializzata nel 2012 in Arte Terapia presso
Art Therapy Italiana. E’ referente didattico del Corso Triennale “Nuove arti terapie” –  indirizzo Arti Visive e Performative – sede di Bologna, Direttore Oliviero Rossi. Conduce numerosi seminari e workshop incentrati sui punti fondamentali della propria ricerca artistica. Ha esposto in diversi musei, spazi e istituzioni in Italia e all’estero.

Info e prenotazioni

Verrà richiesto il Green Pass Rinforzato ai sensi della normativa vigente. E’ consigliata la prenotazione sul sito museocarlozauli@gmail.com oppure al numero 333 8511042. Il Museo è aperto il martedì e il giovedì dalle 14 alle 17, il mercoledì, il venerdì e il sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 in giorni da concordare oltre ad aperture straordinarie in occasione di tutti gli eventi. E’ possibile fissare visite guidate in altri orari su appuntamento. I biglietti interi hanno un costo di 6 euro, i ridotti di 3 euro. Le categorie con ingresso ridotto sono: i ragazzi dai 12 ai 18 anni, gli over 65, i titolari Selecard. L’ingresso è invece gratuito per portatori di handicap e accompagnatori, come da disposizioni del Ministero dei beni culturali e per gli under 12 titolari di Romagna Visit Card, guide turistiche. La visita guidata ha invece un costo di 4 euro.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.