Michele Busa, 4 medaglie e le congratulazioni di Massimiliano Rosolino

Uno strepitoso Michele Busa si mette al collo una medaglia d’oro, due d’argento e una di bronzo ai campionati italiani di nuoto per i protagonisti del prossimo futuro. Il 17enne atleta di punta del Centro Sub Nuoto Club 2000, nato il 21 agosto 2001 quindi appartenente alla categoria “Juniores” e cresciuto sotto ogni aspetto nelle piscine di Faenza, è stato fra i mattatori dei Criteria Nazionali Giovanili della FederNuoto, andati in scena in vasca da 25 metri allo Stadio del Nuoto di Riccione dal 18 al 20 marzo per quanto riguarda le gare maschili. Erano in gara 1.112 nuotatori di 306 società in una kermesse che complessivamente ha fatto registrare prestazioni d’alto livello tecnico davanti a tribune sempre gremite in ogni ordine di posto.

L’oro nei 50 m dorso: Massimiliano Rosolino si complimenta

Nell’intensa giornata di lunedì scorso l’allievo di coach Giorgio Maccolini si è da subito imposto nei 50 metri dorso in 24”34 davanti a Mattia Pujatti (Uisp Cordenons) e a Michele Lallopizzi (In Sport Rane Rosse); la seconda gara veloce, i 50 stile libero, lo ha visto conquistare il terzo gradino del podio con il tempo di 22”62 preceduto da Stefano Nicetto (Team Veneto) e dal vincitore Federico Burdisso (Tiro a Volo Nuoto), il quale si è ripetuto nei 200 farfalla, dove il portacolori della società di Faenza si è classificato settimo in 2’01”67. Per Michele Busa, al momento della premiazione dei 50 metri dorso, sono arrivate le congratulazioni di Massimiliano Rosolino, campione olimpico a Sydney nel 2000 e mondiale a Fukuoka nel 2001 nei 200 metri misti, nonché 14 volte campione europeo tra il 1995 e il 2008.

Il podio dei 50 m dorso, a sinistra della foto: Massimiliano Rosolino.

Assieme a Ceccon e Burdisso, Michele Busa è uno dei talenti del nuoto italiano

Il martedì di Michele Busa è stato impreziosito da due argenti: nei 50 farfalla in 23”65 e nei 100 farfalla in 53”26; le due gare sono state vinte dallo specialista Thomas Ceccon (Leosport). A completare il grappolo di soddisfazioni per il giovane nuotatore faentino mercoledì mattina c’è stato il settimo posto nei 100 metri stile libero, percorsi in 50”62, che costituisce il suo migliore tempo personale in una competizione che non gli è del tutto congegnale e vinta nell’occasione da Burdisso. «E’ stato il suo migliore campionato – commenta Giorgio Maccolini, allenatore di Busa al Centro Sub Nuoto Faenza -: Michele è cresciuto notevolmente nell’ultimo anno in termini atletici, di concentrazione, dedizione, intelligenza. Il suo valore complessivo lo colloca all’altezza dei migliori, assieme quindi a Ceccon e a Burdisso». La famiglia, gli amici, lo staff della piscina di Faenza e il presidente del Centro Sub Nuoto Antonio Marcelli si sono complimentati con Michele, condividendo la gioia per i suoi grandi risultati.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.